Il ritorno di Maradona…..con l’ombrello

Diego Armando Maradona, “il pibe de oro”, considerato insieme a Pelè una “divinità” del calcio, è ritornato in Italia dopo tanti anni nonostante fosse stato braccato più volte dal fisco e da Equitalia con l’accusa di aver evaso per 39 milioni di euro. Ospite della celebre trasmissione in onda su Rai 3 “che tempo che fa”, non per parlare di calcio, ma di fisco, Diego Armando Maradona ha dichiarato:“Io non sono mai stato un evasore. Io non ho mai firmato contratto. Chi li ha firmati può andare in giro in Italia tranquillamente. Tanti volevano transare per me con fisco per farsi pubblicità, ma io ho detto no, io non sono un evasore, voglio andare in fondo”. Poi il fenomeno argentino ha rincarato la dose, facendo il gesto dell’ombrello rivolto ad Equitalia e secondo molte interpretazioni a gli italiani e successivamente ha dichiarato:”non ho agito come calciatore dribblando la questione Equitalia ma, come fanno tutti gli italiani, ho dato mandato ad un avvocato”. 

Il gesto ha subito scaturito grande clamore ed indignazione, a cominciare dal viceministro dell’Economia Fassina, che ha condannato il gesto definendolo “miserabile”. L’ex calciatore si è poi scusato giustificandosi così:“mi auguro che gli stessi parlamentari comprendano l’umore di un uomo che riceve una multa di 40 milioni e viene trattato da criminale e alle accuse risponde con un gesto genuinamente popolare ma senza cattiveria.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *