Giro di vite della polizia nel weekand a Catania

Gli agenti di polizia hanno tratto in arresto il pregiudicato, catanese, Alessio D’Arrigo 29 enne in esecuzione dell’ordinanza di sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere, emessa nei suoi confronti dal Tribunale di Catania.

CUTRONA Carlo

Gli agenti di polizia hanno tratto in arresto il pregiudicato catanese Alessio D’Arrigo 29 enne in esecuzione dell’ordinanza di sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere, emessa nei suoi confronti dal Tribunale di Catania.

I poliziotti hanno   prelevato   il pregiudicato dalla   sua   abitazione   nel quartiere San Giovanni Galermo e lo hanno condotto in carcere dove rimarrà rinchiuso in regime di custodia cautelare. Sempre durante l’ultimo weekend sono seguiti due arresti per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il primo riguarda il cittadino gambiano Ismael Diawara Ismael 24 anni che, intorno alle 14:00 è stato sorpreso in via Pistone, con 18 grammi di marijuana.

Condotto in Questura in stato di arresto, convalidato dal P.M. di turno, l’extracomunitario è stato rimesso in libertà, su disposizione della medesima A.G.

A distanza di poche ore, è toccato a Cristian Saccone 26 anni, trovato in possesso di 10 grammi di marijuana dalla polizia intorno alle in via Timoleone.

L’uomo è stato arrestato e condotto in Questura. per lui, il P.M. di turno, ha disposto gli arresti domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo.

Per finire, nel pomeriggio di ieri, le forze dell’ordine hanno arrestato il pregiudicato Carlo Cutrona 35 anni, responsabile di evasione dagli arresti domiciliari, che durante un controllo della polizia intorno alle 16,30 non è stato trovato all’interno della sua abitazione, cogliendolo proprio mentre stava facendo rientro a casa. Cutrona è stato condotto in Questura in stato di arresto e da qui, su disposizione del   P.M.   di   turno,   riaccompagnato   nella   sua   abitazione   per   il   ripristino   degli   arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *