Il mistero della Piramide di Cheope: scoperta una nuova stanza segreta

La nuova stanza scoperta nella Piramide di Cheope potrebbe custodire un Trono di Ferro Meteoritico, usato per far salire il Faraone “fino alle Stelle”

piramide-cheope

La piramide di Cheope, in Egitto, nasconde un segreto: un trono di ferro che aveva come scopo quello di aiutare il faraone a raggiungere l’aldilà, guidandolo verso le stelle del Nord. Una stanza segreta, una cavità lunga 30 metri e larga quanto un aereo da 200 posti, scoperta da un gruppo di ricercatori del progetto ScanPyramids in collaborazione tra la Facoltà di Ingegneria del Cairo e l’Istituto di ricerca francese HIP. La magnifica rivelazione era stata annunciata i primi di novembre e pubblicata sulla rivista Naturema ora quello che emerge sulla piana di Giza è ancora più spettacolare.

nella-piramide-di-cheope-e-custodito-un-trono-meteoritico-655x368

La stanza segreta, infatti, potrebbe contenere il Trono di ‘ferro’ del Faraone ossia il sedile compiuto per la sua anima con il ferro portato sulla Terra dalle meteoriti. L’ipotesi è stata paventata da Giulio Magli, archeoastronomo del Politecnico di Milano, il quale in un’intervista a ArXiv ha rivelato che sarebbe necessario continuare l’esplorazione della stanza segreta con dei robot per scovare il trono. La struttura, infatti, è stata scansionata con un sistema non invasivo, che adopera la tecnologia basata su particelle subatomiche e sfrutta la tecnica della muografia, tecnica che già un anno fa aveva portato alla scoperta di un corridoio situato vicino alla parete nord.
La piramide di Cheope – ha spiegato l’archeoastronomo a La Stampa – è stata costruita intorno al 2550 avanti Cristo ed è uno dei monumenti più grandi e complessi della storia dell’architettura: le sue camere interne sono accessibili attraverso stretti condotti, uno dei quali, prima di arrivare alla camera funeraria, si allarga e si alza formando improvvisamente la cosiddetta Grande Galleria. La stanza appena scoperta è proprio sopra questa galleria, ma non ha una funzione pratica di scarico del peso che grava sopra la Grande Galleria, perché il suo tetto era già stato costruito con una tecnica a spiovente proprio per questo motivo”.

cheope-640x342

A marzo poi era stata individuata la cavità di cui si sta parlando da alcune settimane e che secondo Giulio Magli potrebbe avere un significato simbolico come spiegato all’ANSA: “La muografia ha evidenziato che la cavita’ si trova lungo l’asse nord-sud della piramide, che ha un particolare significato simbolico. Secondo gli antichi testi, l’anima del faraone defunto avrebbe preso il suo posto fra le stelle che non muoiono mai (quelle circumpolari delle Costellazioni dell’Orsa e del Drago) dopo aver attraversato le porte del cielo, due porticine sono state già identificate nella piramide: quella del condotto sud non porta a nulla, ma quella del condotto nord è ancora inesplorata. È probabile che comunichi con la nuova camera, dove si potrebbe trovare il Trono di Ferro Meteoritico su cui il faraone avrebbe dovuto sedersi fra le stelle”.

Per l’esperto il trono sarebbe molto simile a quello della madre di Cheope, la regina Hetepheres. Una ricostruzione della struttura si trova presso l’Harvard University e si tratta di una sedia realizzata in legno di cedro con oro e ceramica. “Quello di Cheope – ha chiarito lo studioso – potrebbe essere rivestito con sottili lamine di ferro meteoritico, cioè di ferro ad alta percentuale di nichel proveniente da meteoriti ferrose”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *