L’Orchestra Sinfonica Siciliana ha aperto la stagione del Teatro Antico di Taormina

L’OSS ha inoltre arricchito la chiusura del 66° Taormina Film Festival.
Foto Taormina

È stata l’Orchestra Sinfonica Siciliana ad aprire la stagione 2020 del Teatro Antico di Taormina. Sei date, dal 19 al 24 luglio, per un viaggio musicale che spazierà dal moderno al sinfonico e che proseguirà con date successive ad agosto e a settembre dando spazio anche all’Opera e concludendo con la grande musica del Novecento americano.

“Taormina chiama Palermo – riassume Antonio Marcellino, sovrintendente della FOSS – e noi siamo lieti di contribuire alla stagione estiva di una realtà artistica di eccellenza. Del resto l’OSS ha sede a Palermo ma appartiene alla Sicilia”.

Il 19 luglio, a conclusione del Taormina Film Fest, l’OSS ha eseguito la Sinfonia n. 9 in Mi min. op. 95 di Antonin Dvořák ed un omaggio al maestro Ennio Morricone, recentemente scomparso. A dirigere l’orchestra ci sarà uno dei talenti emergenti degli ultimi anni, Alvise Casellati.

“È un “Nuovo Mondo” quello che si prospetta dopo la pandemia, riprendendo il titolo programmatico di questa pagina musicale. La scelta della Sinfonia del compositore ceco è ambivalente. – commenta Marcellino – Vuole essere al contempo un invito alla rinascita individuale e collettiva e un omaggio all’America, riproponendo l’intento per il quale è stata scritta”.

“La nostra partecipazione a Taormina – commenta la presidente della FOSS, Maria Elena Volpes – è una vetrina in un contesto in cui la cultura e la storia siciliana assurgono a paradigma di quello che la Sicilia è stata e intende tornare ad essere nel futuro, con fiducia e lasciandoci alle spalle anche le angosce del recente passato. Abbiamo voluto con convinzione il maestro Matheuz, un artista dalla caratura internazionale, un tassello importante di quel percorso in fieri della Sinfonica verso obiettivi che siano sempre di maggiore prestigio. Per me rappresenta un segno tangibile della “mission” che ho individuato per la Foss da quando ne sono alla guida”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *