Al teatro Verdi di Gorizia in scena Cyrano De Bergerac

Non si combatte solo per vincere.
No… è più bello battersi quando la vittoria è incerta!…”

Alessandro Preziosi ritorna nei Teatri del Friuli Venezia Giulia portando in scena il “CYRANO DE BERGERAC”, al Teatro Verdi di Gorizia l’attore napoletano ha presentato il suo cast formato da giovani attori e  allievi della Link Academy diretta da Preziosi stesso.

L’attore oltre che interprete del personaggio di CYRANO è anche il regista della famosa commedia di Rostand, nella parte della cugina  ROSSANA  ha scelto la bella attrice Valentina Cenni, che interpreta egregiamente il ruolo di donna moderna e romantica insieme, mentre per il bel cadetto guascone CRISTIANO  viene interpretato da Benjamin Stender,  un giovane attore danese, DE GUICHE, invece, lo riveste l’attore Massimo Zordan.

Preziosi è perfettamente a suo agio nei panni di Cyrano, questo personaggio è molto particolare si diverte a trasformarsi, è burattinaio, gatto con gli stivali, mangiafuoco, è un intrattenitore, angosciato, coraggioso, infelice, sognatore, tormentato, timido, inadeguato, pieno di tic, si tocca spesso i capelli arruffandoli e cambia camminata a seconda se è con i cadetti o davanti alla tanto amata Rossana, complessato nel comunicare con il magico mondo femminile  a causa del suo bruttissimo nasone che gli rende la vita impossibile.

Nella scelta interpretativa  Alessandro Preziosi non vuole recitare con l’applicazione di un naso finto perché vuole arrivare con la sua magnifica interpretazione a far intuire la presenza della sua deformità pur non facendola vedere e interpreta i sentimenti ed il comportamento bislacco di Cyrano in maniera straordinaria.

Nella commedia il bizzarro spadaccino-poeta  non ha il coraggio di manifestare il proprio amore alla bella cugina Rossana a causa della sua deformità e quindi regala  parole d’amore in versi al giovane Cristiano anch’egli innamorato della fanciulla, ma povero di espressione e per nulla poeta.  Cristiano è cadetto di Guascogna bello ed irresistibile, conquista Rossana con i versi di Cyrano e la sposa, a dispetto del Conte De Guiche che ambiva alla sua mano. La vendetta del Conte arriva presto, manda Cristiano e Cyrano  al fronte, anche qui Cyrano continua a proteggere teneramente il ragazzo, continua a scrivere lettere d’amore a Rossana scambiandosi per Cristiano.  E quando il giovane sposo cade in battaglia, la sua lealtà verso l’amico e verso il sogno d’amore della cugina è tale, da farle svelare solo dopo 14 lunghi anni  che il cuore palpitante in quelle parole d’amore era il suo, ma troppo tardi perché dopo poco muore.

Ispirato a un personaggio realmente esistito nella Francia del XVII secolo, Cyrano nasce dall’estro poetico del marsigliese Edmond Rostand autore che sembrava destinato alla mediocrità fino al 27 dicembre 1897, quando a Parigi debuttò il suo Cyrano de Bergerac.  Ci fu una reazione inaspettata del pubblico e la commedia ottenne un grande successo con oltre 20 minuti di applausi.

 

 

Diretto ed interpretato da Alessandro Preziosi  traduzione e adattamento Tommaso Mattei
scene Andrea Taddei
costumi Alessandro Lai
musiche Andrea Farri
luci Valerio Tiberi
collaborazione artistica e movimenti scenici Nicolaj Karpov

personaggi ed interpreti


CYRANO DE BERGERAC  Alessandro Preziosi
CRISTIANO Benjamin Stender
ROSSANA Valentina Cenni
DE GUICHE Massimo Zordan
LE BRET Emiliano Masala
REGENAU-VALVERT Marco Canuto
LIGNERE-CADETTO Giuseppe Tosti
MOSCHETTIERE CADETTO Francesco Civile
CUOCO-CADETTO Gianni Rossi
MOSCHETTIERE CADETTO Salvatore Cuomo
DAMA-SUORA Sara Borghi
MONTFLEURY-LISA-SUORA Natasha Truden
RAGAZZO-SUORA Giannina Raspini
VENDITRICE-CADETTO-SUORA Bianca Pugno Vanoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *