Naturopata e scrittore, si racconta il catanese Mauro Crisafulli

Vanto della cultura catanese Mauro Crisafulli, eccellente naturopata e scrittore.

DSC02017.ARW

Il rimedio per stare bene con se stessi e’ l’autostima!

Vanto della cultura catanese Mauro Crisafulli e’ un eccellente naturopata e scrittore.

Poliedrica figura nel panorama siciliano Lei da quanto si interessa di naturopatia?

“Mi occupo di naturopatia dal 2012, dopo un percorso di studi di psicobiologia effettuato presso l’Università popolare di Scienze psicologiche e sociali di Torino, che in realtà, avevano poco a che fare con i miei precedenti studi politici e giuridici, ma che mi hanno affascinato sin da subito perché mi hanno dato la possibilità di sperimentare prima su me stesso e poi sui miei clienti, l’importanza di un contatto con tutto ciò che è naturale, a partire da una sana alimentazione che oggi, ahimè, in pochi praticano”.

Come operatore del benessere che suggerimenti  darebbe a chi a lei si avvicina per avere un vantaggio in merito alla propria salute?

” Rivolgersi ad un naturopata è un’opportunità per prendersi cura di sé stessi, soddisfacendo l’innato bisogno di essere ascoltati, capiti ed accolti, senza alcun giudizio. Confrontarsi con un’altra persona aiuta a vedere le cose da un punto di vista diverso. Ed è proprio questa la chiave per star bene”.

Qual’è la via  piu’ veloce per ripristinare la  propria salute ? Tre cose da fare per  ripristinare l’energia interiore.

“Ciò può avvenire monitorando le 3 A principali (alimentazione, attività fisica e atteggiamento mentale) e le 3 A secondarie (attività sociale, atteggiamento positivo e autostima). È ormai comprovato che l’impostazione di uno stile di vita cucito su misura sul paziente andrà a tutto beneficio del suo sistema generale”.

Lei e’ anche uno scrittore affermato Ci potrebbe dire i titoli dei  libri che ha scritto? e di cosa trattano?

“Si, il primo “Federalismo è/e libertà”  è un saggio sul federalismo in Italia dal Risorgimento ai nostri giorni, nel quale immagino una Italia meno “romanocentrica” se solo avessimo abbracciato sin dal 1861 l’idea di un forte decentramento dei poteri dello Stato.

Il secondo si intitola “Eurotruffa: il grande inganno della moneta unica”. Quando si mette in discussione l’euro, la reazione indignata e corale è “Non possiamo uscire dall’Europa”, come se l’Europa si identificasse con la sua moneta. Il dramma dell’euro risiede nel fatto che la sua adozione costringe i Paesi che ne fanno uso ad indebitarsi continuamente perché questa moneta non appartiene a nessuno. È emessa dalla Banca Centrale Europea e immessa direttamente nelle riserve dei mercati di banche e capitali privati europei. Gli Stati, non più sovrani, devono andare a bussare alla porta di questi “strozzini” e chiedere ogni singolo euro che spendono, uscendone strangolati dai tassi di interesse assurdi che provocano il vero disastro economico e finanziario. E il nostro Paese, che era il quinto più ricco del mondo, oggi è sprofondato tra i Pigs, ovvero tra i “maiali d’Europa”.

Il terzo lavoro “Salam Alaikum” è un saggio sull’islam, sin dalle sue origini fino al conflitto di civiltà con l’Occidente, passando attraverso gli attentati terroristici e le ondate migratorie degli ultimi anni”.

  Tra breve “nascera’” il suo  quarto libro il suo  quarto ” figlio”. Senza scendere troppo nei dettagli ci potrebbe dire   questa volta  su cosa si e’ concentrata la sua attenzione letteraria?

” Il quarto, ancora in itinere è una guida consapevole alla salute, quindi riguarda più da vicino la mia attività di professionista nel settore del benessere e delle scienze bionaturali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *