Don Mario Valeri è tornato alla Casa del Padre

 

Monsignor Mario Valeri è venuto a mancare martedì 16 ottobre. Oggi, 18 ottobre 2018, nella sua parrocchia, San Giuseppe operaio di Civita Castellana (VT), si celebreranno i funerali alle ore 15, cui seguirà il trasporto al cimitero di Faleria.

Don Mario inaugurazione del parco deglli Angeli 7 ottobre 2007

Don Mario era molto amato dall’intera comunità religiosa civitonica per il suo notevole contributo spirituale, umano e culturale. La sua era una presenza costante, un punto di riferimento spirituale ed umano, anche dopo il pensionamento. Nato a Faleria (VT) il 29 agosto 1923, Monsignor Valeri era persona di grande cultura, sempre attivo e ricco di idee innovative volte a far crescere la sua parrocchia. Nella sua vita ecclesiastica ha incontrato Paolo VI, Giovanni Paolo II, papa Benedetto XVI e papa Francesco.

Viene ordinato sacerdote il 15 ottobre dell’anno santo 1950 con una suggestiva cerimonia all’interno di Santa Maria della Quercia a Viterbo. Il 5 febbraio 1953 il Vescovo Roberto Massimiliani lo sceglie come vice-parroco per la chiesa di Ponzano Romano, della quale diventerà parroco e vi resterà fino al 1979. Qui fonda il circolo Acli e il “Circolo Culturale Enrico Medi”. Cappellano degli operai e dei minatori che stavano costruendo l’Autostrada del Sole e la Ferrovia Direttissima Roma-Firenze, Don Mario invita nel 1972 il Papa Paolo VI il quale giunge a celebrare la messa di Natale tra i minatori. Un incontro storico che tutt’oggi viene ricordato con forte commozione. Nel 1979 l’allora vescovo della Diocesi di Civita Castellana, Marcello Rosina, trasferisce Don Mario nella cittadina civitonica come ‘Incaricato animatore dell’attività pastorale giovanile’. Le sue numerose attività culturali si spostano così nella sua nuova sede.

Don Mario Valeri f

Il 30 ottobre 1982 viene nominato parroco della chiesa di San Giuseppe Operaio di Civita Castellana, dove da allora continua a svolgere la propria attività. Negli anni costruisce la struttura della chiesa, con le aule catechistiche, altre sale e strutture interne e campi da calcio per l’oratorio e il parco degli Angeli per i bambini della parrocchia. Tutto grazie alla generosità dei fedeli che monsignor Valeri non mancava mai di ringraziare. Come la costruzione del bellissimo portico in legno e la vetrata colorata per riparare i parrocchiani dalle intemperie i cui lavori iniziarono esattamente il 24 gennaio del 2003. Per don Mario accorrevano tutti, ciascun parrocchiano metteva a disposizione la propria professione e professionalità. Il suo circolo culturale ha apportato tanto alla crescita cittadina: personalità, convegni con illustri relatori (fra cui il professor Antonino Zichichi), attività che coinvolgevano i giovani. Tante iniziative e tanti progetti fra cui la Festa dei Nonni, raccolte fondi, la “Corale San Giuseppe”, l’inno a San Giuseppe. Il 15 ottobre del 2000 don Mario aveva festeggiato con una messa di ringraziamento i cinquant’anni di vita sacerdotale mentre il 17 ottobre 2010 ricordava i 60 anni di sacerdozio invitando tutta la cittadina.

La notizia della sua dipartita ha lasciato tutta la comunità religiosa civitonica, e non solo, avvolta nella tristezza. Aveva dedicato una vita intera al sacerdozio; una vita che aveva sempre condiviso con tutti i suoi parrocchiani per i quali era sempre disponibile e di conforto. Nei momenti lieti e in quelli tristi, don Mario era sempre disponibile, instancabile, amato dai giovanissimi. Indimenticabile l’incontro con papa Giovanni Paolo II e i ceramisti civitonici il 1° marzo 1980 nella cappella Paolina. Per questa occasione speciale don Mario portò in dono al pontefice dei piatti bianchi omaggio della cittadina civitonica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *