Sold out al Museo di Messina per Christian Bisceglia e “Cruel Peter”

Al Museo di Messina sold out per Christian Bisceglia e il suo film “Cruel Peter” un horror internazionale con protagonista la città dello Stretto per “REstate al MuMe” il cui programma cinematografico, teatrale e musicale continua

Entusiasmo, passione, partecipazione. Per la rassegna REstate al MuMe”, ieri lunedì 12 luglio, si è registrato il sold out nei giardini antistanti al Museo regionale di Messina, a cura della Multisala Apollo di Fabrizio La Scala e Loredana Polizzi, con il film “Cruel Peter” di Ascanio Malgarini e Christian Bisceglia.  Un horror con al centro il cimitero di Messina e che ha reso la città dello Stretto protagonista cinematografica in tutto il mondo. Per l’occasione, il regista Christian Bisceglia, messinese d’adozione, ha salutato il pubblico prima della visione e ha risposto alle domande della folta platea dopo il film.

Sono intervenuti lo storico Franz Riccobono, il disegnatore Lelio Bonaccorso e il giornalista Emilio Pintaldi, che ha dialogato con il regista. Bisceglia si è detto felice per la partecipazione del pubblico e ha auspicato che, grazie anche al suo progetto per il cinema girato a Messina e acquistato in 80 Paesi, le istituzioni lavorino per il restauro del cimitero degli inglesi, patrimonio culturale da non perdere.

Il programma: cinema, teatro e musica di qualità

Al Museo, dal 13 al 15 luglio, alle 21.30, con i film “Estate ‘85” di François Ozon, in programma stasera martedì 13 luglio, candidato a 11 Cesar e premiato a Roma Film Festival, che racconta l’incontro tra un sedicenne e un diciottenne, la passione e il dramma con un tocco d’autore e forza visiva; “Padrenostro” di Claudio Noce, in programma mercoledì 14, con Pierfrancesco Favino Coppa Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia come migliore interprete: il terrorismo visto dagli occhi di un bambino in un film coinvolgente; infine giovedì 15 si propone, sempre alle 21.30, “Stiches – Un legame privato”, un thriller di Miroslav Terzic che rende omaggio a Polanski e alle atmosfere senza tempo della settima arte.

Si prosegue venerdì 16 luglio con il Teatro dei 3 Mestieri: “Preghiera per Chernobyl” dall’opera di Svetlana Aleksievic. Domenica 18 “Presenze femminili, storie da raccontare” con Enrico Intra al piano e il fotografo Pino Ninfa per la Filarmonica Laudamo, mentre il 19 luglio si prevede un evento speciale a cura della Multisala Apollo in collaborazione con il Teatro dei 3 Mestieri: alle 19.00 i bambini al Museo con la “Fabbrica dei pupazzi”, a cura di Angelo Gallo, e a seguire la visione del film “Pinocchio” di Matteo Garrone.

20, 21 e 22 luglio ancora cinema con “The Father – Nulla è come sembra”, “Rifkin’s Festival” e “Volevo nascondermi”. 26 luglio, invece, i Nutrimenti Terrestri propongono lo spettacolo “Astolfo sulla luna” di Filippo Luna. 27, 28 e 29 luglio di nuovo il cinema: “I profumi di Madame Walberg”, “Il cattivo poeta” e “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose”. Venerdì 30 luglio il Teatro dei 3 Mestieri propone “Orapronobis”, regia di Rino Marino e interpretazione di Fabrizio Ferracane.

Il cartellone continuerà fino a settembre.

REstate al MuMe in uno scenario unico sotto le stelle

Cinema, teatro e musica sotto le stelle nello scenario unico del Museo regionale di Messina: eccoREstate al MuMe” dal primo luglio, alle 21.30, con posti assegnati all’aperto e in sicurezza. Una rassegna realizzata da una serie di realtà costituite in Ats – Associazione temporanea di scopo in un luogo speciale grazie al Museo di Messina e al suo direttore Orazio Micali: l’Apollo srl (con capofila Fabrizio La Scala), l’Accademia Filarmonica, la Filarmonica Laudamo, i Nutrimenti Terrestri e il Teatro dei 3 Mestieri, in collaborazione con Apollo Spazio Arte di Loredana Polizzi. Siamo contenti che si sia creata questa sinergia per un’iniziativa che combina cultura, cinema, teatro, danza, musica, intraprendenza e spirito creativo. Dopo due stagioni così sacrificate per il mondo dello spettacolo e della cultura, ripartiamo con la convinzione che sia necessaria una rinascita culturale e ci attendiamo dai cittadini messinesi una risposta adeguata in modo da risalire la china, nel segno della bellezza”, sottolineano Loredana Polizzi e Fabrizio La Scala.

In questa fase viene ufficializzato il programma del mese di luglio al Museo (Viale della Libertà n. 465) ma gli eventi continueranno fino a settembre. Un’occasione per valorizzare il ruolo culturale centrale del MuMe in stretta correlazione con le altre arti, come avviene nelle realtà europee e mondiali più significative.

Per l’acquisto, si consiglia la prevendita online su www.webtic.it per la Multisala Apollo; su www.accademiafilarmonicadimessina.it; ai numeri 090/622505 e 3498947473 per il Teatro dei 3 Mestieri; su www.tiketone.it per Nutrimenti Terrestri; 090/710929 o  3400861640 per Filarmonica Laudamo. In alternativa, la cassa, al Museo, aprirà alle 20.30, nelle serate degli eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *