Ricambio dell’aria e altre buone abitudini: i consigli per chi lavora in smart working

Da quando il Covid è entrato nella nostra quotidianità, facciamo molta più attenzione ad aspetti che prima tendevamo a sottovalutare, specialmente per quel che riguarda l’igiene e la salute.È una regola che vale anche in casa, e qui si fa riferimento principalmente agli smart worker che, trascorrendo molte ore all’interno del proprio appartamento, dovranno fare attenzione ad alcun aspetti importanti al fine di evitare problemi come quelli relativi al mancato ricambio dell’aria. Questa, però, è solo una delle azioni da compiere in casa per ottenere benefici sulla salute. Vediamo dunque di approfondire cosa bisogna fare per assicurarsi un benessere prolungato se si prevede di lavorare da casa ancora per molto tempo, con un occhio di riguardo anche per i consumi che ciò comporta. 

Mantenersi in salute ogni giorno: alcuni consigli pratici

La salute, si sa, viene prima di ogni cosa e, a fronte di questo, è bene chiarire perché è fondamentale arieggiare sempre gli ambienti domestici. Si tratta di uno step necessario per permettere ai virus e agli altri elementi patogeni di abbandonare le stanze; lo stesso vale la polvere o l’umidità, che possono rivelarsi dannosi per la salute e per l’igiene. 

Per mantenere l’aria di casa pulita è bene quindi lasciare le finestre aperte per 10-15 minuti minuti, ancora meglio se al mattino e prima di accendere il condizionatore o i termosifoni, per evitare consumi superflui. Un altro accorgimento da avere quando si lavora da casa consiste nel bere molta acqua, ossia almeno 2 litri durante tutta la giornata, per mantenersi idratati ed evitare problemi di diverso tipo (come spossatezza, cattiva digestione e mal di testa), molto comuni quando si beve poco.Occhio anche all’alimentazione: se è vero che ogni tanto bisogna viziarsi un po’, non è il caso di cedere troppo spesso alla tentazione di ordinare piatti già pronti a domicilio. I servizi di food delivery sono un’ottima soluzione quando non si ha tempo per cucinare, ma purtroppo non aiutano a mantenere un regime alimentare bilanciato. Meglio quindi cercare di ritagliarsi del tempo per la preparazione dei pasti principali della giornata e nutrirsi in maniera adeguata.

Infine, sono molte le attività quotidiane che contribuiscono al mantenimento di una buona salute e che sembrano adattarsi anche alle esigenze degli smart worker che, per scelta o per obbligo, trascorreranno molte ore in casa. Tra queste, sono sicuramente da considerare attività come yoga e stretching; attraverso specifici movimenti, infatti, si lavora sulla coordinazione corporea e sull’equilibrio, ottenendo molteplici benefici sia per la salute mentale che fisica. L’organismo riesce così a ricaricare le proprie energie dopo un’intensa giornata di lavoro, con grande benefici per articolazioni e respirazione, oltre che per l’umore.

Consumi domestici: come limitarli?

A causa dei cambiamenti climatici e della crisi portata dalla pandemia, il settore energetico, e più nello specifico quello del gas europeo, è andato incontro a una corsa al rialzo, per quel che riguarda i prezzi delle materie prime nel 2021. Lo si nota considerando anche gli aumenti dei prezzi di inizio luglio, con una percentuale fuori scala, che testimonia una volatilità dei costi priva di termini di confronto.

Necessitando di continuo di luce, internet e gas, non sempre gli smart worker riescono a tenere sotto controllo i consumi domestici, con bollette che finiscono per avere importi sempre più alti. A questo proposito, è opportuno sapere che esistono delle soluzioni che permettono di risparmiare; si può fare riferimento, ad esempio, alle offerte gas pensate per la casa proposte dagli operatori più noti che supportano anche la sostenibilità ambientale, riducendo l’emissione di CO2. Naturalmente è sempre bene evitare ogni tipo di spreco, correggendo tutte quelle abitudini scorrette che vanno a pesare negativamente sui consumi e, di conseguenza, sulle spese in bolletta; in questa prospettiva possono essere senz’altro utili dispositivi intelligenti come quelli offerti dalla domotica, che consentono di monitorare costantemente il funzionamento di elettrodomestici e altri device presenti in casa, ottimizzando i consumi e “ammorbidendo” così anche le spese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *