Presidente Ilham Aliyev: la produzione di gas dell’Azerbaigian aumenterà in modo significativo

Il 12 gennaio il Presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev ha rilasciato un'intervista di circa 3 ore ai canali televisivi locali. Nell'intervista, il capo di stato dell'Azerbaigian ha risposto alle domande dei giornalisti sul lavoro svolto nel Paese nella sfera economica e sociale nel 2021, le relazioni tra Azerbaigian e Armenia, le opere di ricostruzione nei territori liberati, la politica estera, i rapporti UE-Azerbaigian, il ruolo dell'Azerbaigian nell'approvvigionamento energetico in Europa e altre questioni.
Il Presidente Ilham Aliyev ha affermato che la crescita economica in Azerbaigian nel 2021 è stata superiore al 5%. L'economia non petrolifera è cresciuta del 7,2%, la produzione industriale totale è aumentata di oltre il 5%, mentre l'industria non petrolifera è cresciuta di circa il 20%, che è forse la più alta al mondo. Il capo dello stato ha affermato che, nonostante la piena attuazione del programma di investimenti, che richiede ingenti spese, soprattutto nei territori liberati - Karabakh e Zangazur orientale e altre parti del paese, le riserve valutarie del paese sono aumentate di 2,5 miliardi $. Il Presidente Ilham Aliyev ha aggiunto che l'Azerbaigian è forse uno dei pochi paesi con una bilancia commerciale estera positiva. In un momento in cui le importazioni superano le esportazioni nella maggior parte dei paesi del mondo, alla fine dell'anno le esportazioni in Azerbaigian hanno superato significativamente le importazioni e il saldo positivo ammontava a oltre 10 miliardi $. In particolare, le esportazioni non petrolifere sono aumentate di oltre il 40%. In relazione al 2022, il Presidente Ilham Aliyev ha affermato che il budget più grande della storia del paese sarà quello di quest'anno. Le spese di bilancio raggiungeranno circa 30 miliardi di manat. "Per un paese appena uscito dalla guerra, questi risultati dimostrano davvero che c'è un quadro molto buono nella sfera economica. Quest'anno verranno attuati progetti di investimento nelle terre liberate e le riforme continueranno in tutte le aree della nazione. In generale, la nostra politica di purificazione e trasparenza nel nostro Paese si riflette in tutti i settori".
Elogiando le relazioni dell'Azerbaigian con l'Unione europea, il Presidente Ilham Aliyev ha anche apprezzato positivamente gli incontri tenuti lo scorso anno con il presidente Charles Michel in Azerbaigian ed a Bruxelles. "Vogliamo legami più stretti con l'Europa. L'Europa vuole anche che la situazione ai suoi confini sia stabile. Penso che durante gli incontri con il sig. Michel siamo stati in grado di formulare questo ordine del giorno. Spero che questo approccio congiunto consenta di concordare presto il nuovo accordo. Perché attualmente circa il 90-92% dell'accordo è stato concordato. Ci sono diversi articoli che non sono stati concordati. Ma penso che se viene mostrata una volontà seria, possiamo raggiungere questo obiettivo da entrambe le parti", ha detto il Presidente Ilham Aliyev. Aliyev ha affermato che l'Azerbaigian è un partner strategico di 9 Stati membri dell'UE e collabora attivamente con i paesi dell'UE in termini di sicurezza energetica. Per molti anni, l'Azerbaigian ha svolto un ruolo di partner affidabile come fornitore di petrolio per l'Europa e oggi come fornitore di gas per l'Europa, soprattutto nell'attuale contesto della crisi del gas in Europa, c'è un grande bisogno di gas azerbaigiano. "L'infrastruttura di trasporto creata in Azerbaigian è la più moderna. Quasi tutti i lavori sono già stati completati. Questo è di grande interesse per l'Europa. Il signor Tusk, ex presidente del Consiglio dell'Unione europea, ha visitato Alat a Baku nel 2019 e ha visionato la situazione al porto marittimo internazionale. Durante la sua visita a Shamakhi, all'attuale presidente Michel è stata presentata sia la zona economica di Alat che il porto. Sulla strada per Shamakhi, Charles Michel ha anche visitato Azercosmos. È stato creato un nuovo formato di cooperazione spaziale con i partner europei dell'Azerbaigian. Anche questo è molto positivo. Siamo, ovviamente, interessati a portare la tecnologia in Azerbaigian. Otteniamo queste tecnologie dall'Europa e l'Europa ottiene le nostre risorse energetiche. Cioè, gli interessi reciproci qui coincidono", ha detto il Presidente. Il Presidente Ilham Aliyev ha descritto la realizzazione del Corridoio Meridionale del Gas come un evento storico: "L'attuazione di questo enorme progetto energetico con qualità e in una situazione geopolitica difficile ha richiesto sforzi davvero grandi. Qui, l'Azerbaigian ha mobilitato diversi paesi come una squadra. Abbiamo raggiunto questo obiettivo insieme e il mese prossimo Baku ospiterà il prossimo Consiglio consultivo del corridoio meridionale del gas". Il Presidente dell'Azerbaigian ha enfatizzato che l'importanza del corridoio meridionale del gas è forse più visibile in Europa ora, perché questa crisi del gas li ha scossi in larga misura: sia i prezzi, la carenza di gas, che il riempimento insufficiente degli impianti di stoccaggio del gas. Il Presidente Ilham Aliyev ha affermato che l'inverno è appena iniziato e si prevede che l'inverno sarà molto rigido, quindi la carenza di gas porterà a gravi conseguenze e il volume di gas azerbaigiano potrebbe essere decisivo per diversi paesi. Il Presidente Ilham Aliyev ha affermato che nel 2022 dovrebbero essere prodotti 45 miliardi di metri cubi di gas in Azerbaigian nel suo insieme, una quantità importante per soddisfare la domanda interna del paese, nonché per trasportare allo spazio europeo i volumi maggiori: "Quest'anno verranno esportati circa 19 miliardi di metri cubi di gas. Più di 8 miliardi saranno esportati in Turchia e più di 7 miliardi in Italia. Il gas rimanente sarà diviso tra Georgia, Bulgaria e Grecia", ha detto il Presidente. Il Presidente Ilham Aliyev ha affermato che in termini di infrastrutture, l'Azerbaigian potrebbe fornire il suo gas ad altri paesi, aggiungendo che Shah Deniz ha un grande potenziale ed è fiducioso che ci saranno più riserve, anche se il volume provato del giacimento è superiore a 1 trilione di metri cubi di gas. Inoltre, ha affermato che in futuro sarà messo in funzione il giacimento di gas di Absheron in Azerbaigian, così come Umid, Babek, Asiman e molti altri giacimenti di gas diventeranno gradualmente operativi e la produzione di gas dell'Azerbaigian aumenterà in modo significativo. "Questo è il nostro grande vantaggio. Porterà fondi aggiuntivi al nostro paese, amplierà le capacità internazionali del nostro paese e, naturalmente, questo fattore continuerà a svolgere un ruolo importante nelle relazioni UE-Azerbaigian", ha affermato il capo di stato dell'Azerbaigian.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *