PalcoOff: “Parole mute – Una testimonianza sull’Alzheimer”

Spettacolo di e con Francesca Vitale, premio Enriquez 2008, al Teatro Sala Chaplin di Catania, venerdì 16 e sabato 17 gennaio 2015 alle ore 21.00

“Parole Mute è una storia vera, la storia mia e di mio padre. Vi racconto l’esperienza ed i problemi di una figlia, le sensazioni, i ricordi, le sofferenze e le emozioni. Vi racconto lo sconvolgimento che si prova nel trovarsi faccia a faccia con questa brutalità che è la malattia d’Alzheimer; la pena e lo sconforto che nascono quando sai che un tuo caro è stato aggredito da qualcosa di mostruoso e sconosciuto; vi racconto anche le sensazioni buone, alte, importanti che la sofferenza, talvolta, può dare. La mia vuole essere una testimonianza, attraverso la mia storia, di quanto si possa imparare da questa esperienza dolorosa, attraverso la comprensione di tutti quei meccanismi di comunicazione extra-verbale che questi malati posseggono e che consentono loro di rompere le barriere culturali che noi “sani” abbiamo e che spesso ci impediscono di essere fino in fondo quello che siamo. Ma vuole essere anche uno strumento di stimolo e informazione per quanti ne vogliano sapere di più su questa patologia: associazioni, famiglie dei malati, operatori, spero che tutti possano sentirsi coinvolti e protagonisti di questa operazione, nata dall’amore di una figlia per il suo genitore…”.

"Parole mute" è un atto unico, composto da 17 quadri scanditi da contributi musicali.

'Durante il suo svolgersi non faccio che raccontare, con semplicità, la mia storia. Le suggestioni vocali registrate del personaggio del malato e della figlia, che sono l’eco del mio stesso ricordo, sono degli attori Paolo Bonacelli e Ottavia Piccolo. Lo spettacolo è accompagnato da un video dove scorrono immagini, ricordi, fotografie, fantasie e suggestioni'.

Questo è quello che traspare direttamente dalle parole di Francesca Vitale: uno spettacolo che va oltre lo spettacolo, da non perdere, al Teatro sala Chaplin di Catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *