L’importanza della giustizia civile per la ripresa economica dopo la COVID-19

La giustizia civile non è in prima linea nella risposta all'attuale crisi della COVID-19. Ciononostante, è probabile che la recessione economica abbia come conseguenza un elevato numero di contenziosi civili.

Si tratta di una tendenza comune in una recessione economica ed è avvenuto anche dopo la contrazione del credito. Di conseguenza, i capitali che potrebbero altrimenti contribuire alla ripresa economica restano bloccati in procedimenti giudiziari. La rapidità nella risoluzione di tali procedimenti costituisce dunque un importante fattore di successo nella ripresa delle nostre economie.

Nel corso della legislatura 2014-2019, il Parlamento ha approvato due relazioni aventi come obiettivo l'accelerazione della composizione delle controversie civili: la risoluzione del 4 luglio 2017, recante raccomandazioni alla Commissione concernenti norme minime comuni di procedura civile nell'Unione europea (2015/2084(INL)), il cui relatore era Emil Radev, e la risoluzione del 13 dicembre 2018 recante raccomandazioni alla Commissione concernenti la composizione rapida delle dispute commerciali (2018/2079(INL)), il cui relatore era Tadeusz Zwiefka.

Intende la Commissione dare seguito alle due relazioni di iniziativa di carattere legislativo del Parlamento con proposte legislative in tempo utile per contribuire alla ripresa economica dall'attuale crisi?

Quali altre iniziative intende la Commissione intraprendere in materia di giustizia civile per pervenire a una composizione più rapida delle dispute commerciali?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *