LA DMG NUOTO CATANIA BATTE LA SSD UNIME 20-10 AGGIUDICANDOSI IL DERBY SICILIANO

La DMG Nuoto Catania si è aggiudicata la vittoria del derby siciliano, giocato ieri pomeriggio a Messina avendo la meglio sugli avversari, SSD Unime, e mostrando ancora una volta un’eccellente preparazione fisica e atletica dovuta ai numerosi mesi di lavoro che hanno preceduto il tanto atteso inizio del campionato.

Hanno dominato tutti i parziali: 3-6 3-4 3-6 1-4, e con tenacia e buona prestazioni hanno portato a casa il bottino pieno.

Il primo tempo vede subito il gol dei rossazzurri con Privitera (0-1), rispondono gli avversari con  Eskert e poi Vittorioso (2-1), pareggia i conti Eugenio Russo (2-2).

Poco dopo è Privitera a realizzare il gol del vantaggio, 2-3. Il Messina pareggia con Cusmano (3-3) ma i rossazzurri chiudono il primo parziale sul +3 grazie alle reti di La Rosa, Catania e Kacar su rigore (3-6).

Dopo un minuto dall’inizio del secondo tempo la Dmg Nuoto Catania trova la rete con Catania (3-7), poco dopo finalizza l’azione anche Giorgio La Rosa (3-8), il Messina accorcia le distanze su rigore con Cusmano (4-8), poi è ancora una volta Samuele Catania a siglare una rete per i rossazzurri (4-9).

Poco prima della fine della seconda frazione Eugenio Russo trova la rete del 4-10, i padroni di casa puntano sul loro giocatore di riferimento, Eskert, che riesce con una doppietta a portare la sua squadra sul 6-10.

In questo momento del match la Dmg Nuoto Catania sbaglia un rigore con capitan Kacar.

Il terzo tempo si apre con un altro rigore per i rossazzurri, trasformato da Privitera (6-11), Samuele Catania firma un altro gol (6-12), disattenzione in difesa per gli etnei e Messina ne approfitta, infatti Giacoppo da solo davanti al portiere rossazzurro Caruso trova la rete del 7-12.

Subito dopo è Eskert a realizzare dalla distanza la rete del 8-12.

La Dmg Nuoto Catania si spinge in avanti e trova di seguito le reti con Scebba, Catania e Scollo

(8-15). A 28 secondi dal termine il Messina accorcia con Cama 9-16. Chiude il terzo tempo la rete di Eugenio Russo a sei secondi dalla fine.

Ultima frazione del derby siciliano che ha visto, per l’intera durata del match, la formazione guidata da Dato in un’ottima forma fisica e atletica, dimostrata dalla continuità nel ritmo di gioco tenuto ad alti livelli dai giocatori catanesi.

Un rigore per il Messina trasformato da Eskert porta i padroni di casa sul 10-16.

Da questo momento in poi solo conclusioni rossazzurre con una doppietta di La Rosa (10-18), Catania (10-19) e infine la rete di Terminella che determina il risultato finale, 10-20.

Nonostante la vittoria esterna però il tecnico Peppe Dato mette in luce quelli che sono gli elementi su cui bisogna ancora lavorare: “Sono contento per i tre punti conquistati ma ci sono diversi aspetti da perfezionare, in primis la difesa. Ci abbiamo lavorato in queste settimane e continueremo a farlo per migliorare sotto tutti i punti di vista.

I dieci gol subiti oggi sono una nota dolente, così come lo sono le troppe occasioni sprecate per banali disattenzioni. Mi sembra doveroso sottolineare le ottime prestazioni di Samuele Catania, oggi il migliore in acqua (con 6 reti realizzate) e di Eugenio Russo (tre reti). Entrambi sono stati determinanti in tante occasioni, e non solo per i gol perché Samuele è intervenuto spesso anche in difesa. Sono contento, loro fanno parte del vivaio rossazzurro e sono 100% Nuoto Catania”.

UNIME-DMG NUOTO CATANIA 10-20

UNIME: G. Spampinato, G. Generini, N. Eskert 5, E. Giacoppo 1, A. Vinci, M. Savoca, R. Cusmano 2, A. Vittorioso 1, G. Longo Minnolo, R. Di Caro, V. D'angelo, F. Cama 1, F. Di Mauro. All. Naccari

 

DMG NUOTO CATANIA: E. Caruso, M. Ferlito, R. Rotondo, G. La Rosa 4, T. Scollo 1, G. Terminella 1, G. Torrisi, A. Scebba 1, N. Kacar 1, A. Privitera 3, E. Russo 3, S. Catania 6, T. Baggi-necchi. All. Dato

 

Arbitri: Chimenti e Magnesia

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *