Guglielmo Ficili e la Meta C5 ancora insieme

Il classe '88 proseguirà la propria avventura con la società puntese. Continua il lavoro alacre della dirigenza della Meta C5 in vista della prossima, attesissima, stagione in serie A2.

Ficili rinnovo

Arriva infatti un altro rinnovo importante, quello di Guglielmo Ficili, classe '88, ormai colonna portante della squadra verde-arancio. Si tratta di un laterale offensivo che fa della corsa una delle sue armi migliori; un elemento molto preparato a livello tattico che garantisce equilibrio a tutta la struttura della squadra.

Soddisfatto è anche “Memo”, come amichevolmente viene chiamato da compagni, staff tecnico e dirigenza. Ecco il suo commento sul rinnovo:

Sono stra-contento di restare qui per un'altra stagione, per me sarà la quarta con questa maglia. Era tutto quello che volevo, sono partito dalla serie C1 con la Meta ed arrivare a disputare un campionato di A2 è un grande traguardo, oltre che uno dei miei obiettivi principali. La serie A2 è l'unica categoria in cui non ho mai giocato, farlo con la Meta mi rende orgoglioso e mi da grossi stimoli. Faremo un grande campionato e ce la giocheremo con tutti, lo scorso anno sono stato poco bene a livello fisico, spero che il trend possa cambiare in modo tale da poter essere utile alla squadra con continuità. Non mi pongo limiti a livello di reti realizzate, non mi interessa. Voglio aiutare la squadra in tutto e per tutto, durante l'allenamento ed in partita”.

C'è un grande legame tra Guglielmo Ficili ed il presidente della Meta C5, Salvatore Marletta. Ecco le dichiarazioni di quest'ultimo proprio sul proseguimento dell'avventura di “Memo” e sulla prossima annata di A2:

Con “Memo” ci siamo sentiti sabato ed è stato ben felice di riconfermare la sua presenza con la Meta. Sono contento, tutto è andato per il meglio ed era quello che mi auguravo. Sulla prossima stagione dico che siamo in fibrillazione, ci stiamo guardando in giro per rinforzare a dovere la squadra ma, in questo momento, è un po' difficile stringere degli accordi considerato che siamo ancora ai primi di giugno ed è molto presto. Costruiremo, comunque, un organico competitivo, che possa fare molto bene”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *