Ateneo di danze dell’800 presenta il “Carnevale Ottocentesco”

Giacinta Patorno, insegnante di danze dell'Ottocento, la sua  "passione",  vi invita giorno 25 Febbraio al Grand Hotel. 

fici

Delicati ricordi di un tempo che fu, quello dell'Ottocento, dolci musiche che ancora oggi affascinano e svolazzanti ampie gonne che farebbero invidia al più bel pavone: ecco il mondo di Giacinta che da sempre ama danzare.

Giacinta ci vuol parlare  della festa, serata/danzante che si svolgerà giorno 25 Febbraio?

"Ho voluto un luogo prestigioso per questa serata in cui festeggia l"ultimo sabato di carnevale. Un carnevale che ricorda i fasti veneziani, la festa avrà l"800 come tema ma chi non desidera indossare l'abito ottocentesco, può indossare un'abito elegante magari accompagnato da una mascherina"

Come si svolgerà la serata?

"Il ballo avrà inizio alle 19.30 e proseguirà fino all'una circa. Si danzerà nella sala degli specchi del Grand Hotel delle Palme a Palermo. Seguirà la cena che sarà servita nella sala del camino e sale adiacenti. Il pubblico sarà reso partecipe delle danze a fine serata ci si potrà cimentare anche con danze più attuali. Il costo della serata sarà di euro quarantacinque".

giacinta patorno

Qual è lo scopo principale della serata che hai organizzato?

"Lo scopo della serata è quello di offrire, alla città di Palermo, una serata esclusiva, elegante, dove ci si può divertire con tanto buongusto e facendo un tuffo in un romantico passato"

Di recente avete cambiato sede della vostra Scuola di Danza, vorresti dare ai lettori il nuovo indirizzo ?

"La nostra sede è in via Cesareo 42. Il tel è 328 9552954. Le lezioni si svolgono tutti i mercoledi dalle 20.30 alle 22.30"

Danzare è da sempre fonte di gioia e tiene lontano dallo stress. Come incoraggeresti i lettori a frequentare la tua  palestra?

"Noi siamo Ateneo danze dell'800. Io danzo da sempre, ma mi esibisco in danze storiche da 6 anni. Le danze ottocentesche e l'Ottocento sono un periodo storico che mi ha sempre affascinato. Siamo in pieno romanticismo e danzare con questi abiti è davvero come fare un tuffo nel passato, immersi in armoniche visioni, eleganti movenze e ritengo che al giorno d'oggi e ai giovani in modo particolare è bene ricordare cosa è la vera eleganza, cosa significa corteggiare in maniera dolce e sensuale, è danzando in codesto modo si mandano segnali ben precisi di "cortese amor"! Attingiamo dai vecchi manuali di danze per attenerci il più possibile al periodo, ci esibiamo in contradanze, quadriglie, valzer. I nostri corsi sono accessibili a tutte le età, può anche essere una forma di attività fisica e si affina lo stile ed il portamento"

A me non mi resta che salutare i lettori volteggiando un antico valzer...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *