Elio Manili con il suo libro “Le Baussant-Memorie di un templare”

Elio Manili ha scritto il suo ultimo libro "Le Baussant-Memorie di un templare", il suo estro e la sua curiosità innata l'ha portato a scrivere un altro avvincente successo letterario.

15 luglio 17 009

Elio Manili ha scritto il suo ultimo libro "Le Baussant-Memorie di un templare", il suo estro e la sua curiosità, innata, l'ha portato a scrivere un altro avvincente successo letterario.

Cosa ti ha principalmente dato l’ispirazione per la scrittura di questo libro?

"Le Baussant-Memorie di un templare" (2017) è la mia terza opera dopo, "Cagliostro-l’amico degli uomini" (2015) e "Blood Triskelion" (2016). Si tratta di un romanzo storico-inchiesta, avente per oggetto i cavalieri templari, che attraverso il racconto di un cavaliere templare, intende svelare i retroscena circa l’ignominiosa soppressione di questo glorioso ordine cavalleresco. La principale caratteristica dei templari era la duplice veste di monaci-guerrieri. 

Quando hai scritto il tuo primo libro?

La mia prima pubblicazione risale al 2015 del romanzo storico "Cagliostro-l’amico degli uomini" pubblicato dalla casa editrice Tipheret, libro presentato al Salone Internazionale del libro di Torino.

C’è un collegamento particolare tra te ed il personaggio del racconto? O e solo frutto della tua immaginazione?

Assolutamente. Fin da piccolo sono sempre rimasto affascinato dalla figura dei cavalieri templari. In effetti, il personaggio principale Evengard, Conte di Beaune, riflette una mia propensione spirituale ad un tipo di vita intrepida ed avventurosa dove doti quali l’amicizia, la lealtà, il coraggio e lo spirito di sacrificio si fondono fra essi finendo per diventare valori irrinunciabili.

Ci sarà una presentazione del tuo nuovo libro al pubblico presso una location, e se si dove e quando?

È un’ipotesi che sto valutando. Sarà mio dovere informare i miei lettori attraverso la pagina loro riservata, ELIO Manili Fanpage.

Ho il piacere e l'onore di essere madrina dello scrittore  Elio Manili, che stimo e che con i suoi romanzi storici sta dando grande contributo alla cultura  e alla storia della nostra amata terra di Sicilia.

Auspico tanti altri successi e  sono certa che in ognuno di noi c'è uno "guerriero nascosto" come è il personaggio  del suo ultimo libro; sta a noi scoprire che cosa accadrà e chi saranno i veri protagonisti, se i personaggi dei suoi interessanti romanzi o, per traslazione, proprio noi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *