Valverde In Arte. Gran finale con Percussio Mundi

Oggi al Chiostro del Santuario della Madonna di Valverde, in Piazza del Santuario si conclude la kermesse culturale a cura di Giovanni Cultrera, ospiti speciali Carlo Cattano e Franco Costanzo

locandina 12 agosto valverde in arte

La terza edizione della fortunata kermesse “Valverde In Arte”, promossa dall’Amministrazione Comunale, organizzata dall’Assessore al Turismo Luigi Torrisi, con il coordinamento di Clara Pennisi, accolta dal Chiostro del Santuario della Madonna di Valverde, in Piazza del Santuario, si conclude oggi con lo splendido, attesissimo, concerto dell’ensemble Percussio Mundi che per l’occasione presenterà un esclusivo concerto intitolato:Dal sud al nord dell’America, oltre i confini del jazz”.

In scena 15 elementi (basso timpani, xilofono, marimbe, vibrafono, glockenspiel, bongos, batteria, grancassa, shaker, guir) diretti da Giovanni Caruso (Direttore Percussionista). Ospiti d’eccezione il sassofonista Carlo Cattano (da anni figura tra gli artisti più impegnati e riconosciuti nel nostro panorama jazzistico, con esibizioni nell’ambito di festival e rassegne italiane e straniere. Ha composto musiche per teatro ed ha collaborato con molti musicisti di fama internazionale) e Franco Costanzo (musicista poliedrico e grande interprete). Musiche di Piazzolla, Corea, Girone, Schmitt, Sollima, Davis e tanti altri celebri compositori della scena mondiale. Una moltitudine di strumenti si fonde in un’unica grande macchina musicale dai mille timbri e, come un antico organo, si trasforma costantemente, scoprendo ad ogni movimento nuove combinazioni sonore.

Carlo_Cattano 1

Carlo Cattano

Un successo straordinario, questa III Edizione di Valverde In Arte, e questo successo lo voglio dedicare dichiara Giovanni Cultrera -, alle migliaia di persone, affascinate di arte e cultura, accorse anche da molto lontano per ascoltare l’offerta variegata dei vari generi proposti. Dalla classica, al teatro, alle colonne sonore, al teatro, al tango. Il 12 agosto concludiamo con la grande euforia che le percussioni e il jazz sanno offrire, e grazie naturalmente alla presenza di musicisti internazionali quali Giovanni Caruso e Carlo Cattano”.

Giovanni Cultrera

Giovanni Cultrera

Dopo 3 anni di seminasottolinea l’Assessore al Turismo Luigi Torrisi -, con tanto duro lavoro finalmente raccogliamo i frutti. Ricordo quando eravamo noi a dover invitare uno per uno gli spettatori; adesso sono gli stessi a contattarci per chiedere quando sarà il prossimo spettacolo. All’entusiasmo del nostro lavoro si è aggiunta oggi la soddisfazione per un riconoscimento indiscutibile. Ben oltre le 2.000 presenze solamente per Valverde in Arte ed il nome di Valverde che torna a spiccare nel panorama provinciale. Con un pensiero ai tempi dell’estate teatro musica del Poeta Angelo Scandurra, di cui ancora si dice un gran bene, ed uno sguardo al futuro della nostra Valverde che stiamo provando a costruire con grande sacrificio, il più grande ringraziamento voglio farlo a Clara Pennisi, consigliere comunale, per l’ottimo lavoro e la grande dedizione. L’incontro con il Maestro Giovanni Cultrera ci ha subito fatto capire che sarebbe servito più spazio per accogliere il pubblico sempre più numeroso ed è lì che abbiamo ricevuto la grande apertura del Parroco Padre Nei. Insomma il lavoro di squadra è stato premiato. Ci vediamo venerdì 12 agosto per il gran finale”.

Un programma, quello valverdese, di altissimo profilo qualitativo e culturale. Ricordiamo che sta riscuotendo tanti apprezzamenti anche per l’Esposizione d’Arte Contemporanea a cura di Carmelo Marchese (catanese classe ’57), aperta al pubblico il prossimo 12 Agosto (in concomitanza con lo spettacolo conclusivo dell’edizione 2016 di Valverde In Arte). Marchese è censito dall’Accademia Federiciana (Catania), dove alcune sue opere sono esposte in permanenza. Ha esposto, conseguendo consensi di pubblico e di critica, in numerose rassegne d’arte regionali e nazionali. È presente in importanti cataloghi e dizionari d’arte moderna e contemporanea.

Percussio Mundi

Percussio Mundi

Giovanni Caruso si diploma in strumenti a percussione presso il conservatorio di musica “V.Bellini” di Palermo con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del M. Giuseppe Cataldo, successivamente si perfeziona con: Mike Quinn, Peter Sadlo, Trilok Gurtu, Maurizio dei Lazzaretti,Gavin Harrison, Tony Arco, Alfio Antico, Tullio de Piscopo, Max Roach, Dave Weckl ,Christian Meyer, Franco D’Andrea, Babà Sissoko. Nel 1995 ottiene il voto più alto fra tutti i partecipanti alle audizioni dell’EUYO, Orchestra giovanile della comunità europea. Collabora con le seguenti orchestre: Orchestra sinfonica siciliana, teatro massimo di Palermo, teatro massimo di Catania, orchestra da camera di Palermo, l’offerta musicale ensemble, brass group di Palermo, camerata polifonica siciliana, officina artium, gruppo di ottoni e percussioni del teatro massimo di Catania , ensemble strumentale Fermano, è fondatore e direttore del gruppo di percussionisti “percussio mundi”. Si è esibito con vari artisti quali: Arturo Sandoval, Michael Torke, Lucio Dalla, Eliodoro Sollima,Gabriele Mirabassi, Dione Warwick, Ricky Portera, Franco D’Andrea, Rita Marcotulli, Katia Ricciarelli, Glen Velez, Peter Sadlo, Gianni Bella, Roberto Pregadio, Babà Sissoko; fa parte dal 1994 della “Giovanni Sollima band“, ensemble che accompagna il violoncellista-compositore col quale ha anche inciso il cd “Spasimo” e “works“. Oltre ai vari teatri siciliani, si è esibito in varie sale da concerto e stagioni concertistiche di tutto il mondo fra cui: Merkin Hall (New York), Boston college (Boston), Korkorian Gallery (Washington), La Chappelle de bon pasteur (Montreal), Palao de la musica (Valencia), Franziskane Kirken (Salisburgo), fortezza di Exilles (Francia), castello del principe (liechtestein), auditorium G. Verdi (Milano), teatro San Carlo (Napoli), Teatro Regio (Torino), Salone della musica (Torino), Castello Brandiskyi (Praga), Ravenna Festival, Il violino e la selce (Fano), Teatro nuovo (Milano ) teatro dell’aquila (Fermo) Mantova musica festival, etc… Ha inciso per Jungla Records, Suvini – Zerboni, Stradivarius, narciso records e Sony. Ha tenuto stages e masterclasses per vari enti. È endorser dei piatti Ufip e delle bacchette Lantec. È docente di percussioni all’istituto superiore di studi musicali “V. Bellini” di Catania.

Percussio Mundi nasce nel 1998 all’interno della classe di percussioni dell’Istituto superiore di studi musicali “V. Bellini” di Catania, fondato e diretto dal M° Giovanni Caruso. Immediatamente l’ensemble intraprende un’intensa attività concertistica, eseguendo un repertorio che spazia dalla musica della tradizione etnico-popolare, alla classica, al jazz, sino alla più recente letteratura sperimentale contemporanea. Fra i pezzi in repertorio l’ensemble annovera anche IONISATION di E. Varèse per tredici esecutori e trentanove strumenti a percussione. Il gruppo ha partecipato a diverse manifestazioni fra le quali “I concerti dell’Istituto Musicale Vincenzo Bellini“, “Il festival della Magna Grecia“, “Musica in provincia” e i concerti della “Società Dante Aligheri” di Catania. Ha al suo attivo l’incisione di 2 CD e vanta numerose collaborazioni con artisti di fama internazionale tra i quali Alfio Antico, Glen Velez, Babà Sissoko, Peppe Consolmagno, Peter Sadlo e la partecipazione ad importanti concorsi nazionali ed internazionali, come il “Premio delle Arti 2008”, nel quale ha ricevuto la menzione d’onore della giuria. Nel Maggio del 2008 ha inaugurato la settimana del Mantova Musica Festival, riscuotendo un grande successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *