Serie A, Napoli- Lazio 2-4: biancocelesti ai preliminari di Champions

Calcio: la squadra di Pioli supera il Napoli e chiude il campionato al terzo posto. Al San Paolo succede di tutto: la Lazio avanti 0-2 viene rimontata da una doppietta di Higuain che fallisce il rigore del possibile sorpasso. Nel finale Onazi e Klose spengono le speranze degli azzurri.  Pioli «Squadra speciale, risultato straordinario»

Dopo la sconfitta nel derby la Lazio si riscatta superando per 4-2 il Napoli al San Paolo. Sebbene serva un pareggio alla squadra biancoceleste per conquistare il terzo posto in classifica e l’accesso ai preliminari della prossima Champions League, arriva un vittoria al termine di una partita incredibilmente piena di emozioni, aperta a qualsiasi risultato fino a pochi minuti dalla fine.

Il probabile addio di Benitez sulla panchina del Napoli è reso ancora più amaro dalla vittoria della Fiorentina sul Chievo e dal sorpasso dei viola in classifica. Il tecnico azzurro dà fiducia in attacco a Callejon, Hamsik e Mertens dietro a Higuain, mentre la Lazio si presenta in attacco con il tridente Candreva, Felipe Anderson e Djordjevic.

Al San Paolo sono presenti circa cinquantamila napoletani pronti ed aiutare la squadra a conquistare l’Europa che conta, ma dopo la palla gol sciupata da Callejon al 24’ devono assistere al doppio vantaggio della Lazio prima con Parolo e poi con Candreva.

I biancocelesti credono di aver chiuso la partita e ripreso in mano una stagione che sembrava essere sfuggita via dopo la sconfitta contro la Roma, ma ad attenderli c’è ancora un secondo tempo pieno di emozioni.

Pronti e via Higuain riapre la partita e poco dopo il Napoli ha la possibilità di pareggiare, ma il tiro di Mertens viene salvato sulla linea da De Vrij. Al 62' Parolo viene espulso per doppia ammonizione e in superiorità numerica Higuain trova il gol del 2-2. Grazie alla spinta dei tifosi presenti al San Paolo il Napoli cerca il gol del sorpasso che gli consentirebbe di conquistare il terzo posto in classifica.

Giusto il tempo di ristabilire la parità numerica tra i giocatori  in campo con l’espulsione di Goulham per doppia ammonizione,  che al 76' arriva l’episodio decisivo della gara: Rocchi concede, tra le proteste dei giocatori laziali un rigore per un contatto tra Lulic e Maggio.

Sul dischetto si presenta Higuain, il San Paolo è pronto ad esplodere di gioia, ma l’argentino poco lucido calcia alto il pallone. Nei minuti finali è la Lazio a chiudere definitivamente la partita con Onazi e Klose per il 2-4.

Un risultato che proietta i biancocelesti alla prossima Champions, mentre al Napoli non resta che il quinto posto e l’Europa League tra rimpianti, proteste e contestazioni.

«Con la vittoria conquistata questa sera mettiamo il sigillo a una stagione straordinaria. I miei complimenti alla squadra, allo staff tecnico e a Pioli per il lavoro svolto quest'anno. Ognuno di loro, singolarmente e collettivamente, ha dato il massimo, e sottolineo con grande umiltà, con spirito di gruppo e con spirito di sacrificio, affinché riuscissimo a raggiungere un obiettivo considerato da molti impensato» è il commento a fine gara del presidente biancoceleste Lotito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *