Ricordando Attilio Consolante e la sua ricerca oltre le stelle

Un articolo dedicato a un grande uomo che sarà sempre con noi, Attilio Consolante, Presidente del CUN Nazionale/Sicilia 

Attilio Consolante con il Prof. Lachezar Filipov

Un uomo tutto d'un pezzo innanzitutto: questo è stato Attilio Consolante. Una grande persona che ha lasciato una grande eredità nella ricerca ufologica. La capacità di trattare l’argomento ufologico in maniera rigorosa (con ottica scientifica) e allo stesso tempo chiara e fruibile ai più era una delle sue capacità migliori.

Questo articolo è dedicato a un grande uomo che sarà sempre con noi, parliamo appunto del Dott. Attilio Consolante.

Attilio Consolante era nato a Caltagirone (CT) e risiedeva a Catania. Laureato in Giurisprudenza presso l'università di Catania era Ufficiale Superiore dell'Aeronautica Militare in congedo. Era probiviro nel Gruppo Astrofili catanesi e Segretario dell'Associazione Planetario Civico del Calatino. Già Presidente del CUN Catania negli anni 1975-1978 e Field Investigator dell'Aerial Phenomena Research Organization (APRO) - 1976 - Tucson (Arizona). Responsabile per la Sicilia del Centro Ufologico Nazionale, Presidente del Coordinamento CUN Sicilia. Per diversi anni ha anche fatto parte del Consiglio Direttivo del Centro Ufologico Nazionale, contribuendo a importanti decisioni per il futuro dell’Associazione. Con la sua esperienza nell’Aeronautica Militare, come suol dirsi “giocando in casa” nell’Arma Azzurra, ha saputo enucleare interessanti spunti e chiavi di lettura su eventi e documenti la cui conoscenza è stata importante per il Centro Ufologico Nazionale per la comprensione del fenomeno UFO.

Roberto Pinotti e Attilio Consolante

In particolare, i rapporti con Roberto Pinotti, fondatore e poi più volte Presidente del CUN, sono stati sempre stretti e affettuosi, sviluppando una profonda amicizia personale. I suoi interventi al Simposio Mondiale sugli UFO a San Marino sono stati numerosi e apprezzati, valorizzando il contributo dei ricercatori e inquirenti della Sicilia.

Attilio Consolante con Robert Salas

Davide Ferrara, da sempre suo amico e collaboratore, Vicepresidente nel CUN/Sicilia così ce ne parla: “Conobbi Attilio nel lontano autunno del 1978, in piena ondata di avvistamenti, quella che sarebbe diventata la maggiore per l’Italia. Stavamo costituendo la prima sezione CUN di Catania e lui era Capitano dell’Aeronautica militare. Mi colpì il fatto che egli, uomo delle istituzioni, si occupasse di un fenomeno allora al più ridicolizzato. Questo è stato un segno distintivo del suo carattere, quello di non arrendersi mai di fronte ad un mistero a cui si è dedicato per tutta la vita. Passata quella esperienza e chiusa quella sezione ci ritrovammo nel 1992 come appassionati astrofili presso il Gruppo Astrofili Catanesi “Guido Ruggieri” che lui frequentava fin dalla fondazione nel 1977. Questa era un’altra sua grande passione: l’astronomia, il cosmo, l’astronautica. Dopo varie discussioni decidemmo di dare corso alla passione ufologica cercando di aggregare gli appassionati dell’argomento per mezzo di incontri periodici. E da quel 1992 di anni ne sono passati tanti così come di conferenze e incontri,dapprima in case private e poi presso le sale conferenze delle Chiese di San Paolo prima e San Biagio dopo. Una serie di successi che hanno portato alla costituzione del CUN Sicilia.

Convegno con ospite il Prof. Erling Strand

Grande studioso e divulgatore spaziava da argomenti prettamente ufologici a quelli della cosiddetta scienza di confine. Profondo conoscitore delle vicende “governative” e del comportamento dell’Intelligence dei vari stati ci ha fornito anche da quel punto di vista la sua sapiente visione. Tutto questo ha portato a Catania e Messina studiosi di fama nazionale e internazionale: Pinotti, Breccia, Magenta, Bibolotti, professori e studiosi dell’INAF da parte italiana e Zaitsev, FiIipov, Velasco, Heseltine, Salas, Friedman, Strand dall’Europa e dagli Stati Uniti.

Foto di gruppo con Prof. Erling Strand

Insomma fra il meglio dell’Ufologia in generale. Nel corso degli anni anche svariati skywatch e gite in luoghi di interesse e ancora inviti e interventi in tante parti della Sicilia, incontri quasi mensili con i membri del CUN Sicilia e vari articoli.Attilio Consolante ci lascia in eredità un pesante lavoro ma anche una grande ricchezza ora che è volato per i cieli che tanto amava.”

Il Prof. Stanton Terry Friedman e Attilio Consolante

Alessandro Pradotti, tra i più assidui collaboratori a Catania del CUN/Sicilia, aggiunge: “Di Attilio Consolante ricordo la prima volta che lo conobbi nel 1995 che ero ancora un ragazzino e, tramite la rivista del CUN,reperii il suo contatto e gli mandai una lettera per la quale ricevetti risposta dopo qualche giorno. Consolante per me è stato il mio papà  dell’Ufologia, con i suoi consigli mi ha insegnato l’ufologia seria mettendomi in guardia sulle altre pseudo  associazioni farlocche, molte delle quali vere e proprie sette spirituali. Iniziai a partecipare alle attività che promuoveva e con il tempo maturai la consapevolezza di voler operare sul campo iscrivendomi al CUN.

Foto di gruppo con Gary Heseltine

Ricordo di Attilio la riservatezza e la metodicità nello svolgere i propri compiti, probabilmente frutto della sua formazione professionale e della lunga carriera militare, ma anche la sua arguta ironia. Infatti la nostra ultima conversazione telefonica, circa tre settimane prima che venisse a mancare, si concluse con una sua frase ironica che non dimenticherò mai e che ci fece scoppiare, entrambi, in una lunga risata e mai avrei immaginato che proprio quella conversazione sarebbe stata l’ultima. Rimarrà sempre nel mio cuore ed i suoi insegnamenti mi faranno sempre da guida nel cammino della vita quanto della ricerca ufologica.”

Il Prof. Alexander Zaitsev e Attilio Consolante

Anche per noi della Sezione CUN/Messina non è facile parlare di chi non c'è più ma di Attilio Consolante tanto si può dire. Un uomo che si è sempre contraddistinto per rettitudine e alto senso del dovere che sapeva coniugare grande serenità e tanta sensibilità in tutte le attività di cui si occupava.

Quando qualcuno viene a mancare si scoprono ancora di più le qualità di quella persona: Attilio Consolante era un uomo che ha lasciato un indelebile ricordo in tutti gli ambienti che aveva frequentato o di cui si era interessato, da quello militare a quello cattolico e, fra tanti altri, quello della ricerca ufologica. In questo campo affrontava la materia con spiccato approccio scientifico, stando sempre coi piedi a terra ma comunicando sempre con molta enfasi i fatti accaduti e i tanti aggiornamenti al pubblico sempre numeroso e qualificato che veniva ad ascoltarlo, sempre soddisfatto delle sue argomentazioni. Trattava una materia così delicata come quella dell'ufologia con tanta determinazione e serietà ma anche con disinvoltura e una semplicità tali da tenere viva l'attenzione del pubblico dall'inizio alla fine. Tantissimi gli ospiti illustri, scienziati, professori, prelati, nazionali ed internazionali da lui ospitati a Catania nonché tantissime le volte in cui lui stesso è stato invitato in Convegni importanti, in Osservatori e al Simposio mondiale di San Marino. Ci mancherà Attilio Consolante ma tanto di lui è rimasto e sicuramente rimarrà presente nei nostri pensieri e nelle iniziative che verranno.

Foto di gruppo del CUN/Sicilia al Simposio Mondiale CUN di San Marino

(Nelle foto alcuni dei tanti momenti ed ospiti dei convegni organizzati)