Quinta sconfitta consecutiva per la Nuoto Catania, battuta dall’Ortigia

La Nuoto Catania  viene battuta dall’Ortigia, alla piscina Caldarella, con il risultato di 12-4.
I primi a passare in vantaggio sono i padroni di casa con Cassia 1-0. Poco dopo raddoppiano con Vidovic 2-0. L’Ortigia sfrutta un’occasione e realizza il gol del 3-0 con Francesco Condemi.
Rigore per la Nuoto Catania, sul pallone Grummy, ma il tiro viene respinto da Tempesti. Poi provano a cercare la conclusione Privitera e Camilleri ma senza esito.
Poco dopo arriva il gol in diagonale di Di Luciano 4-0 che chiude la prima frazione di gioco. Nella seconda frazione i padroni di casa realizzano la rete del 5-0 con Francesco Condemi.
Dopo tre minuti di gioco la Nuoto Catania va a segno con Giorgio La Rosa 5-1, ma i padroni di casa tornano ad andare in rete 6-1 con Napolitano.
Poco dopo la Nuoto Catania accorcia le distanze con Camilleri 6-2.
L’Ortigia realizza la rete del 7-2 con il mancino Carnesecchi.
Privitera sigla la rete del 7-3 al termine della seconda frazione.
Nella penultima frazione l’Ortigia trova la rete prima con Di Luciano 8-3, poi con Napolitano 9-3 e con Vidovic 10-3.
Nell’ultima frazione di gioco i padroni di casa tornano ad imporsi con la rete di Francesco Condemi 11-3, per i rossazzurri è La Rosa a firmare la rete del 11-4 a due minuti dal termine del match.
Nei minuti finali viene concesso un rigore ai biancoverdi, per fallo di Guimaraes, sul pallone Cassia che non sbaglia, 12-4 il risultato al termine del match.
Questo il giudizio del tecnico rossazzurro Giuseppe Dato: “Non c’è stata partita, l’Ortigia è una squadra di prima fascia che si è imposta sin da subito, come si è visto nel primo tempo, nel secondo siamo riusciti a chiudere il parziale in pareggio ma poi loro hanno decisamente dominato la partita come ha dimostrato il loro gioco nelle ultime due frazioni.
Anzi nell’ultima si sono limitati a gestire il vantaggio altrimenti il passivo poteva essere senz’altro peggiore. E’ chiaro che mi aspettassi qualcosa in più, ma tra le due squadre c’è una differenza sostanziale che poteva essere colmata con un po’ più di aggressività”.
Sabato alla Scuderi i rossazzurri affronteranno il Posillipo, a quota tre punti in classifica. Gli etnei per il momento rimangono ultimi a zero punti.