LUIGI LOPEZ INSIGNITO IN CAMPIDOGLIO DEL PREMIO CULTURALE INTERNAZIONALE CARTAGINE PER LA MUSICA

Il M° Lopez, autore e compositore, vanta grandi successi sia in Italia che all’estero. Ha scritto indimenticabili successi per i più grandi interpreti della musica leggera italiana.

Luigi Lopez è stato insignito del “Premio Culturale Internazionale Cartagine”, XX edizione - 2022.  L’Accademia Culturale Internazionale Cartagine 2.0 ha conferito al maestro il prestigioso riconoscimento per la sezione ‘Musica’ in virtù dei meriti acquisiti nella sua carriera.

La cerimonia di premiazione si è svolta venerdì 17 giugno nella Sala della Protomoteca in Campidoglio. A consegnare il riconoscimento al maestro è stato il dottor Nicolae Mazilu in qualità di vicesegretario generale e pro rettore dell’Accademia.

Il “Premio Culturale Internazionale Cartagine” è destinato a coloro che hanno contribuito, in Italia ed all’estero, allo sviluppo della cultura in diversi settori, nell’interesse supremo dell’elevazione e della promozione del progresso dei popoli, della ricerca della verità, della libertà, della giustizia e della pace e, quindi, della fratellanza universale.

Luigi Lopez è considerato fra i più prestigiosi compositori ed autori del nostro panorama musicale, in virtù dei suoi numerosi, indimenticabili successi e di altrettanti premi e riconoscimenti ottenuti in Italia e nel mondo. Il maestro nel ringraziare si è rivolto al pubblico presente ed ha voluto sottolineare di essere ... solo un autore!  Il suo è stato un discorso coinvolgente ed emozionante che ha concluso la cerimonia di premiazione:

Oggi qui mi ritengo un privilegiato e per questo desidero dedicare questo riconoscimento a tutti i miei colleghi autori e compositori ed in generale a tutti i creativi del nostro paese meno fortunati di me. C’è una moltitudine di persone che dedica la sua vita all’incerta avventura della creatività. Bisogna sempre ricordare che quando leggiamo un libro o guardiamo un film o usiamo i nostri smartphones con i loro innumerevoli contenuti o più semplicemente ascoltiamo una canzone, beh, dietro quelle opere ci sono appunto persone che nessuno conosce... un vero e proprio popolo di ‘invisibili’ che pure contribuiscono con le loro creazioni a rendere più lieta la nostra esistenza”. Dopo  ripetuti e calorosi applausi di consenso ha così terminato: “Ho avuto la fortuna  di scrivere successi per tutti i più grandi artisti italiani come Mia Martini, Ornella Vanoni, Mina, Domenico Modugno, Riccardo Fogli, Michele Zarrillo e tantissimi altri ma non mi fermo qui, questo premio è e sarà per me uno stimolo a continuare nella mia appassionata professione, con la speranza che la prossima canzone sia la più bella di tutte e che soprattutto possa fermarsi  nella vostra mente e nel vostro cuore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *