La centralità della salute e la salvaguardia dell’ambiente

“Cittadinanzattiva” si conferma attenta ai veri obiettivi della direttiva europea sulla mobilità sostenibile e accreditata a fornire un’informazione puntuale su questa tematicaearth-405096_960_720

 

“CittadinanzAttiva”, a margine della tavola rotonda di presentazione alla Città della prima fase del “PUMS” da parte del prof. Domenico Gattuso, tenutasi il 22 settembre 2017 nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, è intervenuta condividendo in parte le linee generali e stigmatizzando invece la volontà di questa Amministrazione di avvalersi solo delle cosiddette “Aree 30” come unico strumento atto a ridurre le emissioni nocive nel nostro centro urbano. Abbiamo infatti rilevato il grave errore di voler replicare anche nelle immediate vicinanze della futura grande isola pedonale, come ha dichiarato il Prof. Gattuso, tra il Viale San Martino e la Via dei Mille quanto già realizzato nelle adiacenze della Chiesa di Santa Caterina, cioè il restringimento dei marciapiedi agli incroci insieme al limite di velocità a 30 km/h. “CittadinanzAttiva” invece ha esortato i responsabili della redazione del “piano” ad avere uno scatto di “coraggio” istituendo una “Ztl” dotata di varchi e telecamere in grado di consentire l’accesso oltre che ai disabili ed ai residenti, esclusivamente ai veicoli Euro4 - Euro6 e, soprattutto, ordinare il flusso selvaggio dei veicoli adibiti al trasporto delle merci all’interno della stessa (l’esperienza di Catania e Palermo lo dimostra). Abbiamo avanzato inoltre la proposta di comprendere le seguenti vie all’interno del perimetro della “Ztl”: via Ghibellina, via Dogali, via G. Bruno, via Santa Cecilia e di costruire parcheggi di “prossimità” in via G. La Farina (in sostituzione dell’anacronistica struttura mobile) ed al Tirone, mediante l’utilizzo dei cospicui finanziamenti messi a disposizione dalla UE per la mobilità sostenibile. Anche in questa occasione “CittadinanzAttiva” si è confermata tra gli “stakholders” la più attenta ai veri obiettivi della direttiva europea sulla mobilità sostenibile: la centralità della salute delle persone e la salvaguardia dell’ambiente, e quindi la più accreditata a fornire un’informazione puntuale che accresca la consapevolezza dei cittadini nelle proprie scelte, come già dimostrato nella iniziativa intitolata “Mobilitime”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *