CHRISTMAS CHARME A NICOLOSI. ARTE E SOLIDARIETÀ ALLE PENDICI DELL’ETNA

Sabato 18 e domenica 19 dicembre avrà luogo presso il Museo della Civiltà Contadina "Lucio Messina" di Nicolosi (CT) l'evento culturale "Christmas Charme" - Premio Libertasport 1°Edizione. 

Curatrice dell'evento la presidente della Junior Art Academy, Grazia Trovato, con il comune di Nicolosi e con tutte le associazioni che parteciperanno in sinergia per promuovere questo nuovo appuntamento all'insegna dell'arte, della cultura e dello sport, ovvero: l'associazione Libertas, la Proloco di Nicolosi, il Circolo Pennagramma e il club Kiwanis Etneo. All'interno del museo della civiltà contadina avrà luogo una rassegna d'arte contemporanea nelle giornate del 18 e 19 dicembre, dalle ore 10.00 alle ore 21.00, mentre l'inaugurazione si svolgerà invece sabato 18 dicembre alle ore 18.00. La serata inaugurale, che avrà inizio con i saluti istituzionali del sindaco di Nicolosi Angelo Pulvirenti, avrà come protagonisti numerosi artisti che si esibiranno con le loro performance: le cantanti Giulia Licciardello e Melita Cefalà, il violinista Andrea Platania, il pianista Francesco Tuttolomondo e i ballerini Damiano Puglisi e Salvina La Rosa. Premiate personalità che si sono distinte in particolari settori dell'arte, della cultura e dello sport ai quali verranno assegnati riconoscimenti e premi alla carriera: all'artista emergente Agatino Scierri, agli scrittori del Circolo Letterario Pennagramma, Raimondo Raimondi e Simona Zagarella, rispettivamente per la poesia e per la cultura, all'artista Rosaria Caniglia per la pittura, ad Armando Sorbello per il sociale, a Michele Pozio per lo sport.

Domenica un'asta di beneficienza raccoglierà fondi mediante la vendita di opere donate da vari artisti e destinati a finanziare il progetto "La casa di Giordy”, nato dalla collaborazione tra la onlus vEyes e l’associazione “Io sono Giordana” ADV, fondata nel 2017 in memoria di Giordana Di Stefano, massacrata dal suo ex nel 2015. Sarà un luogo dove si metterà in atto il reinserimento di donne vittime di violenza, sul piano umano, sociale e lavorativo, oltre che familiare, agendo soprattutto in contesti che vedono i figli minori subire violenza assistita. All’interno si creerà un ambiente accogliente e protettivo che possa consentire un miglioramento della qualità della vita attraverso formazione e inserimento lavorativo, dove staff qualificati si prenderanno carico di mamme e figli con percorsi terapeutici che possano aiutare a metabolizzare i traumi subiti.