Catania orgogliosa di Dora Marchese: premio alla cultura

Assegnato alla professoressa Dora Marchese il premio alla cultura ‘Fortunato Pasqualino’

Domenica 14 dicembre nei locali del Teatro Comunale “Don Giulio Scuvera” di Butera si è tenuta la Cerimonia di Premiazione della V Edizione 2014 del Concorso Internazionale di Poesia e Narrativa “Premio Fortunato Pasqualino”, il premio di poesia e narrativa dedicato alla figura dello scrittore e filosofo siciliano.

Assegnati dal sindaco Luigi Casisi due trofei a due figure di rilievo che operano sia nel campo della Cultura che nel Sociale, ovvero i siciliani Dora Marchese, dottore di ricerca in Filologia Moderna e in Italianistica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Catania e Sebastiano Granieri, psicologo. L’iniziativa, promossa dal Comune di Butera, nasce per valorizzare e promuovere la figura di Pasqualino e delle sue produzioni letterarie.

Dora Marchese si è laureata con il massimo dei voti e la lode in Lettere Classiche con indirizzo Archeologia, collabora da oltre un decennio con le cattedre di Letteratura Italiana, Storia e critica del cinema, Storia del teatro e dello spettacolo, Letteratura teatrale italiana, Letteratura italiana e drammatizzazione, Letteratura italiana moderna, Metodologia e storia della critica letteraria, Letteratura italiana moderna e contemporanea presso il DISUM (ex Facoltà di Lettere e Filosofia) e ha conseguito presso l’Università degli studi di Catania un Dottorato in Filologia moderna e un Dottorato in Lessicografia e semantica del linguaggio letterario europeo.

È stata tutor didattico e ha tenuto numerosi corsi, laboratori e seminari, non tralasciando di portare avanti un’intensa attività di organizzazione e promozione culturale sia all’interno di festival letterari che come responsabile di eventi in collaborazione con l’università, il comune e associazioni culturali. I suoi interessi vertono principalmente sugli autori siciliani tra Otto e Novecento e sui rapporti tra letteratura, cinema e teatro. Collabora con varie riviste e periodici letterari e ha preso parte a numerosi convegni nazionali e internazionali. Oltre a svariati saggi apparsi su prestigiose riviste scientifiche non solo italiane, nel 2009 ha pubblicato con la casa editrice Bonanno il saggio dal titolo La poetica del paesaggio nelle «Novelle rusticane» di Giovanni Verga, presentato anche alla Fiera del libro di Torino; nel 2011 Descrizione e percezione. I sensi nella letteratura naturalista e verista, Le Monnier - Mondadori Università, che ha vinto il Premio internazionale “Rossocuore”; nel 2012 Sapore e/è sapere. Capitoli di letteratura e gastronomia dal Risorgimento al Neorealismo, Ateneo Associazione Culturale; nel 2013 Il gusto della letteratura. La dimensione gastronomico-alimentare negli scrittori italiani moderni e contemporanei, Carocci editore, Roma.   Nel 2014 ha scritto il dramma egizio “Iset” (in corso di pubblicazione) da cui sarà tratta una pièce teatrale.

Lo psicologo Sebastiano Granieri è stato premiato con la seguente motivazione: ‘per il suo progetto atto a favorire l’accoglienza e l’integrazione, nel pieno rispetto della dignità umana e dei diritti di libertà, delle persone diversamente abili’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *