Calcio femminile, Serie B: Catania-Napoli 0-1

Sconfitta per le etnee sul campo di Torre del Grifo nella tredicesima giornata di campionato

 WhatsApp Image 2018-01-14 at 17.50.21

Si piange a metà. Arriva un’altra sconfitta per il Catania femminile, 1 a 0 a Torre del Grifo contro un Napoli che ha concretizzato al massimo le poche occasioni da rete create. Il calcio è questo e vince chi mette la palla in rete: poco importa se ha giocato bene o meno. A posteriori però, a prescindere dal risultato, quanto visto in campo può rappresentare un buon viatico per ripartire e guardare con maggiore ottimismo al girone di ritorno.

LA PARTITA. Partita complicata e nervosa. La posta in palio è altra e soprattutto in casa Catania c’è voglia di riscatto dopo la debacle di Roma. Anche per questo per almeno 11 minuti non succede nulla: è Catania a fare la partita, mentre Napoli aspetta e cerca di colpire in contropiede. Il primo tiro degno di nota è della partenopea Mazza, pallone alto sopra la traversa. Ancora Massa, poco dopo, tenta la conclusione in spaccata ma Fazio è attenta. Sul ribaltamento di fronte Sabriska mette un buon pallone in mezzo, il tiro di Martella è deviato da un difensore. Catania sembra poter controllare l’incontro, ma purtroppo sono ancora una volta le sbavature difensive a penalizzare la formazione rossazzurra. Ed è da un’azione di contropiede che, prima dell’intervallo, arriva il vantaggio del Napoli: pallone al centro dell’area e tiro al volo di Ciccarelli che si insacca alla destra di Mimma Fazio. Vantaggio Napoli non proprio meritato. In avvio di ripresa Sabriska ha tra i piedi la palla del pareggio, ma il pallonetto, se pur di pregevole fattura, finisce fuori. La partita si infiamma: Ciccarelli tenta la conclusione, ma in questo caso Mimma Fazio respinge. La brasiliana De Paula è un valore aggiunto non indifferente per il Napoli e Catania rischia di subire la seconda rete. In avanti, rispetto al primo, tempo si registra un calo delle ragazze di casa: alla mezz’ora sugli sviluppi di un fallo laterale ci prova Madeline Keane, ma il pallone finisce a lato. Nei minuti di recupero Catania tenta il tutto per tutto: l’inserimento di Antonella Sapienza fornisce maggior peso all’attacco, ma purtroppo non arriva quello che sarebbe stato un pareggio meritato. Vince il Napoli, ma Catania ha comunque mostrato un netto miglioramento rispetto alle ultime gare.

CATANIA. 1 Fazio, 2 Pietrini, 3 Di Stefano ( Sapienza ), 5 Leonardi, 6 Keane, 8 Nkomo, 9 Di Mauro, 11 Suriano, 4 Martella, 10 Sabriska, 7 Pagano ( Signorelli ). A disp. 12 Puglisi,  15 Di Mauro Dam. 16 Schilirò F., 17 Mancuso, 18 Schilirò V.

NAPOLI. 1 Del Pizzo, 2 Musella, 5 De Rosa, 14 Beato A., 90 Del Giudice, 4 Russo, 17 De Biase, 7 Massa ( Beato S. ), 9 Bottone ( Borrelli ), 10 Sibilio ( 98 De Paulo ), 16 Ciccarelli. A disp. 44 Carbone, 13 Iorio, 77 Strisciante, 3 Prete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *