Il Calcio Catania a Palazzo degli Elefanti: presentata la prima squadra

Presentati oggi, a Palazzo degli Elefanti, 18 calciatori della prima squadra per la stagione di Lega Pro girone C 2016/17. foto1Accolti dal Sindaco di Catania Enzo Bianco e dall'Assessore allo Sport Valentina Scialfa, il Presidente Davide Franco e l'Amministratore Delegato Pietro Lo Monaco hanno presentato oggi, a Palazzo degli Elefanti, 18 calciatori della prima squadra già a disposizione di mister Rigoli, a Torre del Grifo, in vista del primo allenamento (seduta a porte aperte).

foto3E’ stata presentata stamane  alla stampa ed alla Città, presso il Palazzo degli Elefanti, la prima squadra rossazzurra per la stagione 2016-17. A presiedere l'evento, il Sindaco Enzo Bianco ed i dirigenti del Catania. Ad aprire le danze un breve intervento dell’Ad il quale dopo aver sottolineato la sua gratitudine e soddisfazione ha passato la parola al Presidente Davide Franco ed al Sindaco Enzo Bianco. foto2Pietro Lo Monaco: "Vorrei ringraziare il Sindaco e tutti i componenti del consiglio per l'opportunità data. È una location bellissima e finalmente sembriamo una squadra vera. Ho già detto che non c'è ripartenza senza risanamento. Oggi vorrei ripartissimo tutti sia come squadra, staff, stampa e dirigenza. Riconosco che Catania è una delle poche piazze d'Italia dove il tifo è molto sentito. Do un’importanza particolare a questa città e vorrei  che anche gli stessi giocatori la ritenessero tale . Mi auguro che la squadra riesca ad avere un sentimento che porti a primeggiare e raggiungere gli obiettivi prefissati. La formazione più o meno definita. Siamo in attesa di rivedere un altro gradito ritorno quello di Paolucci che a causa di un ritardo del volo è rimasto bloccato in aeroporto, il suo arrivo è previsto per le 12:30. Quest’anno abbiamo ripreso diverse vecchie stelle, segno che il Catania è rimasto nel cuore di tanti atleti. Tra 3-4 giorni sono attesi altre due novità  e dopo queste la squadra potrebbe essere considerata fatta. Oggi pomeriggio a Torre del Grifo in un certo senso i tifosi avranno la possibilità di rispondere presente al primo allenamento a porte aperte. Nei prossimi giorni la squadra si allenerà con la frequenza di due allenamenti giornalieri”. foto5Davide Franco: "Sono molto felice di rappresentare questa società. Stiamo facendo un lavoro di risanamento e credo che da qui ai prossimi giorni vedremo grandi risultati. Ringrazio Lo Monaco per il lavoro che sta svolgendo, la sua presenza è importante. Sono sicuro che insieme riusciremo a fare grandi cose". Enzo Bianco: "La scelta di ospitare la squadra qui è data dalla passione e dall'importanza che noi tutti sentiamo nei confronti di questa realtà. La città sente davvero questi colori, nonostante le difficoltà. Ho la sensazione che il Catania riuscirà a vincere questa impresa. A guidare questa realtà ci sono degli uomini di grande carattere.: Lo Monaco, grande competente e conoscitore del calcio è da sempre un punto fermo. Sappiamo bene però che il lavoro più faticoso toccherà ai giocatori. A loro dico che non sarà difficile legarsi a questa città. L’appello che posso fare è quello di credere in questa maglia, di lottare e di metterci la stessa passione che sente la gente perché questa squadra deve ritornare nei livelli che gli competono. La nostra risposta di contro sarà il riconoscimento.  Vi saremo a fianco  e vi daremo le giuste motivazioni. Ci aspettiamo tanto da tutti voi perché questo è il momento di dimostrare il vostro valore. Il Catania e Catania lo meritano. A tal proposito vorrei regalare al Presidente un piccolo pensiero che rappresenta il simbolo della città". foto4
Con i rossazzurri, a Palazzo degli Elefanti, anche i componenti del Consiglio di Amministrazione del Calcio Catania, i dirigenti ed i collaboratori del club, lo staff tecnico e lo staff medico-sanitario della prima squadra.  Questi gli atleti presentati insieme allo staff nel Salone "Bellini" del Municipio catanese: STAFF TECNICO Allenatore: Pino Rigoli Allenatore in 2^: Vincenzo Milazzo Preparatore Atletico: Marco Nastasi Coll. Tecnico: Alessandro Russo Preparatore Portieri: Marco Onorati Preparatore Atletico Rec. Inf.: Giuseppe Colombino Team Manager: Emanuele Passanisi PRIMA SQUADRA Portieri: Matteo Pisseri (classe 1991); Kristjan Matosevic (classe 1997); Miguel Angel Martinez (classe 1995); Difensori: Tino Parisi (classe 1995); Dario Bergamelli (classe 1987); Natale David Abdallah Mbodj (classe 1994); Valerio Nava (classe 1994); Alessandro Bastrini (classe 1987); Stefan Djordjevic (classe 1991); Centrocampisti:  Francesco Bombagi (classe '89); Domenico Di Cecco (classe '83); Marco Biagianti (Classe '84 - Capitano); Alfonso Sessa (classe '96); Attaccanti: Caetano Calil (classe '84); Michele Paolucci (classe '86); Andrea Russotto (classe '88); Andrea Di Grazia (classe '96); Maks Barisic (classe '95); Mattia Rossetti (classe '96);

In Alto le Proboscidi, il Calcio Catania e l'Amministrazione Comunale sotto il "Liotru"

Nel cuore di Catania, a poche ore dal primo allenamento di un faticoso ritiro pre-campionato, il Calcio Catania respira la meraviglia della città “semprerifiorente”: così il compianto storico Santi Correnti definì la città dell’Elefante, in omaggio all’eterna e mirabolante capacità di risorgere migliore dalle ceneri tipica di Catania e della comunità catanese, avvezza alla sofferenza ma sempre proiettata al riscatto, in nome della bellezza e della speranza, proprio come una squadra fiera che crede sempre di poter vincere anche quando il momento non è dei migliori. Il “Liotru”, simbolo amatissimo, sovrasta Piazza Duomo: è immobile, nel tempo, ma basta guardarlo per avvertire la pulsazione di Catania sulla maglia rossazzurra e guadagnare la forza di correre come un monumento vorrebbe fare ma non può.  Voi, calciatori della nostra squadra del cuore con l’Elefante ricamato sulla maglia proprio all’altezza del cuore, potete e potrete sempre correre, giocare e vincere, anche per “lui”, il Liotru: sarete più forti, ricordando sempre di rappresentare la città.  E la vostra ricompensa, quando avrete versato l’ultima goccia di sudore destando gioia e partecipazione emotiva, sarà la memoria che non svanisce e che sempre custodisce, quella dell’Elefante.

Immagini collegate: