Calcio Catania. Il gran giorno di Ramzi Aya e Daniel Semenzato

L'AD Pietro Lo Monaco ha presentato alla stampa nella sala conferenze del centro sportivo Torre del Grifo i due nuovi RossAzzurri  #Ramzi #Ayae  #Daniel #SemenzatoAya Semenzato

Tempo di presentazioni in casa Catania, dopo Lodi, Tedeschi e Caccetta a Torre del Grifo è stato il gran giorno di Ramzi Aya e Daniel Semenzato.

Sono due professionisti, due ottimi uomini ancor prima che due ottimi calciatori: Aya è un difensore centrale, Semenzato è un centrocampista esterno, entrambi con duttilità tattica. Ci saranno molto utili nelle partite con Akragas e Leonzio per l’accesso alla Coppia Italia”. Tra battute e qualche nostalgico ricordo l’amministratore delegato del Catania racconta di quando pescava talenti per l’Udinese: «Nel 97 presi un certo Adil Ramzi, capitano della nazionale under 20 marocchina, comprai il giocatore per 300 milioni delle vecchie lire, per l’Udinese di Zaccheroni. Lui voleva giocare a tutti i costi allora ho detto al Willem ІІ di prenderlo. Diventò il miglior giocatore del campionato olandese e poi lo cedetti al PSV per più di 10 miliardi»; prima di passare il microfono ai due neo-acquisti che si presentano alla stampa. AS2Le prime parole di Aya sono per la sua ex squadra, l’Andria - “Volevo ringraziare la mia vecchia società per avermi messo nelle condizioni di esprimermi a grandi livelli – prima di passare a considerazioni sulla nuova avventura con la maglia rossoazzurra – “un grazie va anche alla mia attuale società. È normale che quando si viene in una piazza come Catania le ambizioni siano alte. Sono due anni che gioco con la difesa a tre ed è un modulo che mi piace. Stiamo lavorando per trovare una condizione migliore, consapevoli con l' umiltà e il lavoro questa è una squadra che potrà dire la sua». Stesso pensiero per Daniel Semenzato «Anche io sono felice di essere qui e farò di tutto per rendere al meglio quest’anno. Essere un grande gruppo è molto importante, il mister vuole un determinato gioco e noi stiamo lavorando tanto affinché questi schemi vengano applicati al meglio in campionato, poi i valori tecnici verranno fuori. Sicuramente quest’anno sarà un girone tosto, per noi partire senza penalizzazione può essere un passo in avanti rispetto alle scorse stagioni». Queste le parole dei due nuovi volti del Catania in attesa dell’amichevole che il team etneo disputerà nella giornata di sabato con la Reggina a porte chiuse.

 

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *