Cairo: il primo cane Seal a toccare il suolo pakistano

Quando il presidente degli Stati Uniti Barack Obama andò a Fort Campbell, per un incontro pubblicizzato (ma molto privato) con il commando che uccise Osama Bin Laden, soltanto uno degli 81 membri della super- segreta unità Seal DevGru (o Seal Team Six), è stato identificato per nome: Cairo, il cane da guerra dei Seal. Cairo, come la maggior parte dei cani dei Navy Seal è un belga Malinois.

E come i Seal umani, anche i cani rappresentano il meglio del meglio. La razza Malinois è simile al pastore tedesco, ma più piccola. Un maschio adulto pesa circa 30 kg. I pastori tedeschi sono ancora utilizzati come cani da guerra dai militari americani, ma i più leggeri Malinois sono considerati migliori per il lancio in tandem con il paracadute e per le operazioni di discesa in corda doppia, tecniche spesso utilizzate dalle squadre Seal. Come le loro controparti umane, i cani Seal sono altamente qualificati, super motivati, esperti in tattiche non convenzionali ed in grado di svolgere missioni sul mare, in aria e sulla terraferma (l’acronimo Seal significa proprio Sea, Air and Land). I cani poi, hanno alcune caratteristiche specifiche: con un olfatto 40 volte più sviluppato rispetto all’uomo, i cani sono addestrati per rilevare e identificare sia materiale esplosivo che soggetti ostili nascosti. I cani sono due volte più veloci di un umano in forma, quindi chiunque cercherebbe di fuggire, non potrebbe mai correre più veloce di Cairo o dei suoi amici. I cani Seal sono anche paracadutisti: saltano o in tandem con i loro gestori o da soli se in acqua. I cani Seal sono fedeli, senza paura e feroci. Sono più letali di una pallottola. Quando la squadra Seal DevGru si introdusse nel compound di Bin Laden, il primo a toccare il Pakistan fu proprio Cairo. E come i Seal umani, anche Cairo indossava la migliore protezione balistica disponibile sul pianeta: un’armatura in kevlar, chiamata in gergo “Storm K9”. Cairo era dotato anche di speciali occhiali per la visione notturna con funzionalità ad infrarossi per consentire l'identificazione di figure umane anche attraverso il cemento, grazie al calore emesso. I Seal, che hanno un proprio budget illimitato che non può essere modificato né decurtato per legge, hanno poi aggiunto altri particolari hi-tech che hanno fatto dell’armatura "Storm K9", la migliore "tuta canina da assalto del pianeta". I Seal ne hanno acquistati quattro per un totale di 86 mila dollari. Prima pubblicazione a cura dell'United States Naval Special Warfare Development Group, meglio conosciuto come Seal Team Six.

(Spaziodifesa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *