ASP Catania: oltre 200 partecipanti al webinar per la prevenzione del consumo e dell’abuso di alcol

L’appuntamento, promosso in occasione dell’Alcohol prevention day 2021, è stata l’occasione per presentare l’attività, svolta dall’Asp di Catania, per la prevenzione del consumo di alcol in tutta la popolazione.

Oltre 200 i partecipanti al webinar, organizzato nel pomeriggio di ieri, in occasione dell’Alcohol prevention day 2021, per presentare l’attività di prevenzione per la riduzione del consumo di alcol in tutta la popolazione, promossa dall’Asp di Catania.

L’appuntamento, programmato nell’ambito della Campagna di informazione e sensibilizzazione sulla prevenzione promossa dall’Ufficio speciale comunicazione per la salute dell’Assessorato regionale della Salute, è stato introdotto dal Direttore Sanitario dell’Asp di Catania, dr. Antonino Rapisarda, e dalla dirigente dell’Ufficio speciale Comunicazione per la Salute, dott.ssa Daniela Segreto.

Intervenuti per l’occasione, secondo il programma, il dott. Salvatore Cacciola, dirigente responsabile dell’UO Educazione e Promozione della salute Aziendale (UO EPSA); il dr. Carmelo Florio, direttore del Dipartimento di Salute Mentale; il dr. Fabio Brogna, direttore dell’UOC Servizio Territoriale Dipendenze Patologiche; la dott.ssa Maria Rosa Zinna, ispettore capro della Polizia Stradale; il dott. Nunzio Lanza, presidente ARCAT Sicilia onlus.

Focus, nel corso dell’incontro, sul consumo e sulle dipendenze da alcol.

Il dott. Cacciola ha presentato la statistica del progetto “Alcol, sicuro di conoscerlo?”, rivolto agli studenti delle scuole secondarie superiori della provincia di Catania e realizzato già in diverse edizioni.

Nel corso dell’ultimo triennio sono stati circa 1200 gli studenti coinvolti (269 nel 2019; 173 del 2020, 745 nel 2021).

Le scuole interessate, nell’anno in corso, sono state: il Liceo Artistico “Lazzaro” (Catania), il Liceo Scientifico “Galilei” (Catania), l’Istituto Professionale per i Servizi per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera “G. Falcone” (IPSSEOA) di Giarre, l’Istituto Superiore “Majorana-Arcoleo” (Caltagirone), l’Istituto d’Istruzione Superiore “Vaccarini” (Catania), il Liceo Scientifico “Majorana” (Scordia).

L’attività dell’UO EPSA continua ancora all’interno dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Gemellaro” (Catania) e dell’IPSSEOA “Rocco Chinnici” di Santa Maria di Licodia fino alla fine dell’anno scolastico.

Gli studenti che hanno partecipato all’edizione on line, promossa a partire da gennaio 2021, hanno prodotto interventi e presentazioni video. I docenti li hanno accompagnati, valorizzando gli aspetti più rilevanti dell’esperienza fatta nei gruppi di discussione. Sono stati affrontati diversi argomenti che hanno portato alla produzione di materiali e considerazioni utili per l’approfondimento del fenomeno e per sensibilizzare la popolazione.

Il dr. Brogna ha introdotto il fenomeno dal punto di vista della cura e delle opportunità di recupero attraverso i programmi del SerT, in particolare segnalando l’attività dei Centri di Informazione e Consulenza attivi in ogni scuola superiore.

I dati di diffusione del fenomeno sul territorio, presentati nel corso del webinar, evidenziano un aumento dell’abuso di alcol tra le donne e un abbassamento delle fasce d’età. A fronte dell’incremento dei comportamenti a rischio e dei dati epidemiologici, il dr. Florio ha sottolineato il rafforzamento dell’impegno dei servizi del DSM in iniziative e azioni preventive in sinergia con le altre Istituzioni del territorio.

Il presidente di ARCAT Sicilia, dott. Lanza, ha presentato le attività di prevenzione e di sostegno alle famiglie con problemi alcol correlati.

La dott. Zinna ha, infine, ricordato la frequenza di incidenti stradali causati dal consumo di alcol.  Il webinar si è concluso con la presentazione di un video tutorial prodotto dagli studenti dell’IPSSEOA “Falcone” di Giarre sulla preparazione di cocktail analcolici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *