Calcio. Ritorno del 1° turno di Coppa Italia delle squadre di Promozione

Coppa Italia “Memorial Orazio Siino” al quale prendono parte le squadre della Promozione: molti successi di misura o di pareggi all'andata del primo turno. Di seguito anche l'intervista all'allenatore del Città di Catania, Carlo Platania.

Carlo-Platania123

A parte qualche risultato piuttosto pesante che si è registrato nelle gare d’andata, che lascia supporre una facile qualificazione al secondo turno di Coppa Italia “Memorial Orazio Siino” al quale prendono parte le squadre della Promozione, nella maggior parte delle partite il passaggio al prossimo turno appare piuttosto in discussione per via dei molti successi di misura o di pareggi. Intanto, il giudice sportivo, per irregolarità, ha estromesso dalla competizione il Vittoria, il Bolognetta e il Real Rometta consegnando di fatto il passaggio del turno, rispettivamente al Santa Croce, al Città di Caccamo e al Forza Calcio Messina. In vista delle partite di ritorno abbiamo intervistato l’allenatore Carlo Platania confermato alla guida del Città di Catania, la società del presidente Paolo Pinazzo che si è trasferita ad Aci S. Antonio. “Sì è vero – dichiara Carlo Platania - ci siamo trasferiti ad Aci S. Antonio su richiesta ufficiale in quanto si pensava che l’altra società non partecipasse al campionato. Invece, non è andata così, ma da parte nostra non vogliamo creare problemi a nessuno”.

Che squadra avete allestito?

In pratica siamo gli stessi dello scorso campionato con in più l’innesto dell’attaccante Andrea D’Urso e in meno il centrocampista Bica Badan. Però pensiamo di rafforzarci quanto meno numericamente con almeno altri due elementi”.

Per quale obiettivo?

Lo scorso campionato ci siamo classificati al secondo posto per cui cercheremo di confermarlo, così come pensiamo di andare il più lontano possibile anche in Coppa Italia. Sappiamo, però, che non sarà semplice poiché il campionato si presenta molto difficile, impegnativo ed avvincente”.

Le squadre che godono dei favori del pronostico?

Sicuramente il Ragusa, l’Atletico Catania, il Santa Croce, lo stesso Vittoria, quanto meno per il blasone, ma poi potrebbero registrarsi le sorprese Licodia Eubea, Belvedere e RinascitaNetina”.

ECCO IL PROGRAMMA COMPLETO

Paternò-Adrano (a Biancavilla-andata 1-1); Sporting Eubea-Aquile Calatine (0-2); Atletico Catania – Megara (2-1); Menfi-Ribera (sabato- 0-1); Giardini-Calatabiano (ore 17 – 0-3); Gescal-Camaro (sabato 1-4); Salemi-Campobello (sabato 17.30- 2-1); Serradifalco-Canicattì (0-1); Castellammare-Cinque Torri (2-1); D’Agata-Città di Catania (0-1); Messina Sud-Città di Messina (sabato – 0-5); Marina di Ragusa-Città di Ragusa (1-0); Acquedolcese-Brolo (sabato- 3-1); Gangi-Geraci (1-0); Messana-Jonica (sabato 1-2); Casteltermini-Kamarat (1-2);  Barcellona-L’Iniziativa (1-2); Real Finale-Liscari (1-3); Raffadali-Libertas (2-0); Città San Filippo-Merì (1-1); Cus Palermo-Monreale (sabato ore 17 – 2-1); Nuova Sancis-Partinicaudace (1-1); Gattopardo-Ravanusa (1-2); Aci S. Antonio -Real Aci ( 1-2); Rinascitanetina-Belvedere (sabato 15.30 – 0-2); Sinagra-Santangiolese (0-2); Mascalucia-Trecastagni (sabato ore 17 – 0-1); San Biagio-Terme Vigliatore (sabato – 1-1); Casteldaccia-Villabate (1-1).

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *