Intervista a Mariangela Petruzzelli, presidente dell’Associazione internazionale MISS CHEF

Presidente e giornalista che ci parla del resoconto della conferenza stampa che si è svolta lo scorso 10 Settembre a Crotone  dal titolo: “Le politiche del lavoro come opportunità d’impiego delle donne contro la violenza domestica”. Organizzazione a cura delle ASSOCIAZIONI LIBERE DONNE e MISS CHEF.

Mariangela Petruzzelli, venire a conoscenza di queste iniziative così degne e lodevoli, non può che da donna rendermi ancora più piacevolmente colpita ed auspico che in futuro tante iniziative similari potranno essere fatte. Le chiedo chi ha aderito, oltre lei, a questo interessante progetto?

“Si è svolto il 10 Settembre nel Museo di Pitagora che si trova nel Parco Pignera a Crotone questa iniziativa. E’ stata presente la senatrice Silvia Vono, componente della commissione femminicidio al Senato e di tante donne che hanno ruoli importanti e che sono molto sensibili a questo tema di non facile risoluzione. Ecco i nomi degli autorevoli relatori. Caterina Villirillo, presidente Associazione onlus Libere Donne; Mariangela Petruzzelli, giornalista e presidente Associazione Miss Chef, Francesco Turrà, in rappresentanza del Consorzio Jobel di Crotone, di cui è presidente Santo Vazzano”.

Quale è stato il tema cardine di questa conferenza stampa?

Le politiche del lavoro come opportunità d'impiego delle Donne contro la violenza domestica” è stato il tema cardine della conferenza stampa che si è svolta venerdì 10 settembre scorso nel Museo Pitagora -www.museodipitagora.it- situato all'interno del Parco Pignera, a Crotone. La conferenza stampa è stata promossa ed organizzata dall'Associazione onlus Libere Donne di Crotone-Calabria, presieduta da Caterina Villirillo, associazione attiva contro la violenza e gli abusi delle donne, il femminicidio, il bullismo e a favore della tutela dei bambini e della famiglia e dall'Associazione internazionale Miss Chef www.misschef.net-di cui è presidente la giornalista Mariangela Petruzzelli- ed in particolare in sinergia con lo “spin off” sociale-format di MISS CHEF, denominato “Donne intelletto d'amore e oltre” -conferenze per valorizzare e sostenere l'operato delle Donne, soprattutto contro le emarginazioni e le violenze domestiche”.

Quali saranno i progetti futuri delle Associazioni DONNE LIBERE e MISS CHEF?

“Le associazioni Libere Donne e Miss Chef hanno programmato nel 2021-22, progetti sociali di valenza nazionale ed internazionale inerenti la formazione ed il lavoro in campo eno-gastronomico, agro-alimentare, sartoriale ed artistico a favore delle Donne detenute nelle carceri e delle Donne vittime di violenza, soprattutto domestica, che vivono anche nelle case protette e progetti socio-culturali nelle scuole per divulgare i valori della legalità, della solidarietà e della famiglia. Durante la conferenza stampa è stata sancita ufficialmente l'intesa tra le due associazioni Libere Donne Miss Chef ed è stato presentato un progetto specifico di formazione e lavoro, di valenza nazionale ed internazionale, che nasce come capofila nella Città di Crotone e nella Regione Calabria. Il progetto, che si intitola “Rinascita”, prevede l'attivazione di corsi di formazione in campo culinario e sartoriale ed a seguire l'inserimento nel mondo del lavoro per le Donne abusate e vittime di violenze domestiche che sono aiutate e seguite concretamente dall' associazione Libere Donne per ridare loro dignità e una possibilità, appunto, di “Rinascita”.

Importante anche l’adesione a questo progetto rilevante di alcune artiste della bella terra della CALABRIA; vuole fare i loro nomi?

“Il soprano M° Maria Carmela Conti, insegnante di canto del conservatorio "Stanislao Giacomantonio" di Cosenza e della cantautrice pop M° Stefania Labate che sono rispettivamente esecutrici e autrice - la Labate - di uno struggente brano tra musica lirica e leggera, intitolato “Viola”, che è divenuto la colonna sonora del progetto “Rinascita” delle associazioni Miss Chef e Libere Donne. Tutto questo perchè “Viola” è il colore del dolore, il colore delle ferite emotive, il colore dell’illusione e della disillusione, è il colore dei lividi addosso e sul cuore delle Donne vittime di violenza. Questo brano nasce per portare avanti un impegno sociale nella campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle Donne e racconta di come, in un rapporto di coppia, basato sulla dipendenza affettiva, ci sia da una parte la vittima e dall’altra il carnefice rilevando dell’idillio iniziale e di come questo vada a modificarsi e spegnersi pian piano per lasciare il posto alle offese, ai soprusi, alla violenza e, in alcuni casi, al femminicidio. Insieme ai corsi di cucina Miss Chef nel progetto pilota a Crotone verranno attivati anche i corsi di sartoria sociale per realizzare ancora la bambola Lea ma anche altre bambole con i nomi di tutte quelle Donne vittime di femminicidio e violenza che restano nell'ombra e inascoltate e anche corsi di musicoterapia, canto, danza e teatro in aiuto soprattutto dei delle Donne abusate”.

Per concludere questa intervista, gentile Mariangela Petruzzelli, siamo curiosi di conoscere ciò che lei ha detto durante l’incontro  di lavoro che si è svolto nei giorni scorsi?

““Sono lieta ed onorata di tornare a collaborare con Katia Villirillo e Libere Donne, con cui lavoriamo sin dal 2012, anche per divulgare la bambola Lea ideata e realizzata dalle Libere Donne per ricordare appunto Lea Garofalo, vittima di un eclatante caso di femminicidio. Da marzo 2018 è anche nato lo “spin-off” sociale di Miss Chef: il progetto “Donne intelletto d’amore e oltre”, una rassegna di conferenze-evento nazionali ed internazionali che intendono raccontare, in modo multiculturale e trasversale, il mondo delle donne ed il loro potere creativo e di rinascita sempre facendo trionfare bellezza, amore ed intelligenza del cuore contro la violenza, l'emarginazione, l'abuso di potere, l'ignoranza e l'arroganza partendo dalle azioni socio-istituzionali messe in campo per la tutela delle Donne contro il femminicidio, le violenze ed i maltrattamenti domestici e non, in un confronto internazionale di progetti e competenze tra Italia, USA e Centro-America. Lavoriamo da anni anche con Minou Mirabal, già ministro di giustizia nella Repubblica Dominicana e figlia di Minerva una delle tre sorelle Mirabal, trucidate il 25 novembre del 1960, divenuta poi giornata mondiale contro le violenze alle Donne per proclamazione dell'ONU. Ringrazio anche, per sagacia e interventismo, la senatrice Vono e la ministra Bonetti per l'adesione istituzionale al progetto dei corsi formativi e le politiche del lavoro in campo eno-gastronomico che partiranno dal 2022 anche grazie alla rete nazionale e internazionale imprenditoriale di Miss Chef per dare vita ad una progettualità permanente e continua. Mi metto a disposizione da Roma per essere presente ai tavoli istituzionali anche con le Commissioni agricoltura e giustizia della Camera con cui già l'associazione Miss Chef dialoga da tempo anche per questo progetto in Calabria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *