Associazioni in rete: giochi ai bambini ricoverati in Pediatria e Oncoematologia

Donare un sorriso a chi è più in difficoltà: è stato questo l'obiettivo dell’iniziativa “Natale è di tutti, aiutaci a donare un sorriso”, promossa e organizzata dalle associazioni “Acli Catania”, “Giovani delle Acli Catania”, “Teniamoci per mano Onlus” distretto di Catania-Ispica e “Associazione universitaria Nike” Catania.

Grazie ad un vero e proprio circuito di solidarietà è stato possibile donare giocattoli ai reparti ospedalieri di oncoematologia dell’A.O.U Policlinico e di Pediatria del P.O San Marco di Catania.

Durante il periodo natalizio, presso la sede provinciale delle Acli di Catania, sono stati raccolti numerosi giocattoli nuovi donati da chi ha avuto il piacere di regalare un sorriso ai più piccoli.  Una solidarietà che ha confermato la generosità di una Comunità sempre attenta ai bisogni dell'altro e desiderosa di donare un momento di gioia ai numerosi bambini che si trovano ricoverati presso i reparti ospedalieri della città.

La consegna dei giocattoli raccolti è avvenuta al personale medico, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid, alla presenza dei rappresentanti, dei volontari e degli animatori delle associazioni che hanno promosso l’iniziativa.

“Quest’anno - afferma il presidente delle Acli di Catania, Agata Aiello abbiamo voluto regalare un sorriso ai bambini che si trovano ad affrontare un momento così delicato all'interno degli ospedali. Un semplice gesto, come la donazione di un giocattolo, può rendere la degenza più sopportabile e può rendere più sereni i giorni trascorsi lontano da casa. Fare rete nel territorio con altre realtà associative è diventato indispensabile e fondamentale per poter dare un contributo reale e tangibile”. 

“Mi auguro - conclude il presidente Aiello - che questa sintonia di emozioni possa dare avvio ad un rapporto che, nel tempo, si consoliderà grazie alla collaborazione e allo scambio di idee di quanti condividono gli stessi principi di solidarietà. Con tutto il cuore auguriamo a tutti i bambini una pronta guarigione.” 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *