Scandalosa Marion Cotillard a Cannes 2016

In corsa al festival ‘Mal de Pierres’ di Nicole Garcia.

Alla 69esima edizione del Festival del cinema di Cannes, la bella Marion Cotillard è protagonista di “Mal de Pierres”, diretto da Nicole Garcia. La pellicola è la versione cinematografica del romanzo italiano di Milena Agus, «Mal di pietre».

cannes

Gabrielle (Marion Cotillard), figlia della borghesia agricola del mezzogiorno francese è impertinente e timida, altera e sfrontata. E questi atteggiamenti, in un ambiente conservatore ambiente della Francia di 50 anni fa, vengono scambiati per follia. Gabrielle sogna il grande amore ma i suoi genitori la costringono a sposarsi con Josè (Alex Brendemuhl), uomo solido e triste, e con alle spalle il fardello della guerra civile spagnola. Ma Gabrielle si ritroverà ricoverata in una clinica termale, non a caso il titolo stesso del film si riferisce alla malattia di cui soffre la protagonista, e cioè i calcoli renali. Qui incontra un fascinoso tenente in cura per una grave malattia, André Sauvage (Louis Garrel), un ufficiale reduce dalla guerra in Indocina, di cui si la protagonista innamora perdutamente.

Dice l’attrice:-“Ho esplorato con questo personaggio la passione di una donna senza mezzi termini, che la vive ai confini della follia”. E continua la Cotillard, arrivata alla Croisette per la prima volta con due film entrambi in concorso, “Mal de pierres”e “Juste la fin du monde” di Xavier Dolan:- “Gabrielle cerca un modo di fuggire da una realtà che non ama. È preda di una febbre, la febbre della ribellione, la febbre del desiderio. E non è una che rinuncia: mai. Potrebbe scappare dalla famiglia, ma qualcosa la tiene lì”.

Le fa eco Nicole Garcia, alla sua quarta volta a Cannes :- Gabrielle è un personaggio che, seppur nei cambiamenti della trama, ha lo spirito di quello creato da Milena Agus. L’avevo molto amata nel libro –continua a settantenne regista francese – e pensavo che Marion Cotillard fosse l’interprete ideale. È sensuale quasi in modo animale. Ed è quasi stata posseduta dal personaggio. Non solo da attrice, ma da artista. Una follia creativa. Gabrielle/Marion è una donna sensuale, che vuole seguire i suoi desideri oltre le convenzioni”.

Secondo i rumors, la Cotillard potrebbe anche emergere tra le favorite per la migliore interpretazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *