Il Consorzio Igp dice NO alle frodi

Sottoscritto protocollo d’intesa con l’ICQRF: nuovi controlli garantiranno la provenienza certificata del prodotto.

Sottoscritto tra il Direttore dell’Ufficio I.C.Q.R.F. Sicilia Giacomo Gagliano e il Presidente del Consorzio Sebastiano Fortunato il Programma dei controlli sul  Pomodoro di Pachino IGP per l’anno in corso. Tale convenzione, siglata martedì 24 febbraio presso la sede del Consorzio, è stata stipulata in attuazione del D.M. 12/10/2000 che prevede la collaborazione dei consorzi di tutela delle DOP e IGP, riconosciuti dal Mipaaf a svolgere la funzione di controllo, con l’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari nell’attività di vigilanza, tutela e salvaguardia delle DOP e IGP.

“Quello che è stato sottoscritto, è un atto molto importante – ha dichiarato il Presidente Fortunato – che conferma la piena collaborazione tra Consorzio e Ministero tesa a segnalare eventuali abusi, atti di concorrenza sleale e contraffazioni, nonché un uso improprio della denominazione tutelata.”


Le verifiche interesseranno, in percentuale, oltre il 10% degli operatori inseriti nel sistema di certificazione; saranno svolte nella fase di commercializzazione su tutto il territorio nazionale secondo criteri di imparzialità ed obiettività, sia nell’ambito della G.D.O. che del canale HO.RE.CA. oltreché in riferimento al commercio elettronico e alle vendite on-line.” I controlli saranno svolti dai nostri due nuovi Agenti Vigilatori riconosciuti dal Ministero, Dott. Daniele Deluca e Sig. Rocco Armiento – ha comunicato il Direttore Salvatore Chiaramida – che potranno chiedere di effettuare attività ispettiva congiunta insieme all’ICQ per salvaguardare particolari situazioni non altrimenti fronteggiabili, sentito il Direttore generale della Direzione generale della prevenzione e del contrasto alle frodi agro-alimentari dell’ICQRF”.

Il Consorzio provvederà, entro il 31 marzo del prossimo anno, per l’attività eseguita nell’anno in corso, a trasmettere all’Ufficio ICQRF Sicilia e alla Direzione generale della prevenzione e del contrasto alle frodi agro-alimentari dell’ICQRF il resoconto dell’attività di vigilanza svolta, comprensivo dell’elenco analitico delle ditte controllate, il numero dei campioni prelevati, le irregolarità amministrative accertate, le notizie di reato trasmesse all’A.G., e ogni altra notizia ritenuta utile.All’incontro oltre al Dott. Gagliano e ai rappresentanti del Consorzio, erano presenti anche gli Agenti Vigilatori incaricati e il Dott. Parisi dell’ICQ di Catania. Assente invece il Sindaco di Pachino Dott. Roberto Bruno, invitato ma impossibilitato a partecipare per altri impegni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *