CEDIFOP. Finalmente in mare gli allievi del corso Operatore Tecnico Subacqueo

Dopo un lungo periodo di inattività e un altrettanto lungo di formazione a distanza FAD, conseguenza del COVID-19, ora è giunto il tempo per gli allievi del corso per Operatore tecnico Subacqueo del CEDIFOP, di ritornare a fare immersioni.  22 (19)

Il primo via è stato dato dal documento “Nuovo coronavirus SARS-CoV-2 – Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive” del 22 maggio 2020, stilato a Roma nell’ultima riunione della Conferenza stato-regioni. Nel documento, due pagine sono dedicate a dare una serie di indicazioni da applicare alle attività formative da realizzare nei diversi contesti (aula, laboratori e imprese) compresi gli esami finali (teorici e/o pratici), le attività di verifica, di accompagnamento, tutoraggio e orientamento in gruppo, nell’ambito del sistema educativo e formativo regionale.

1 (9)

A questo documento ha fatto seguito il documento dell’Assessorato alla Formazione Professionale del 28 maggio 2020 “ADOZIONE DELLE MISURE UTILI AI FINI DELLO SVOLGIMENTO DELLE ORE D’AULA IN PRESENZA DELLO STAGE E DELLE PROVE DI VALUTAZIONE FINALE PER I CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE, AVVISO 2/18 E AUTOFINANZIATI, IN REGIME DI EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19“, a firma del Dirigente Generale Patrizia Valenti, del Dirigente del Servizio Carlo Alfano e dell’Istruttore Direttivo Riti Rosario, che ha subito adottato le linee generali indicate dalla conferenza stato-regioni, indice dell’impegno profuso per raccogliere le istanze degli enti conciliando l’attenzione alla sicurezza e salute pubblica all’esigenza formativa in sicurezza degli allievi.

1 (19)Tutte le raccomandazioni del documento, erano già inserite nel manuale del CEDIFOP, scaricabile anche dal sito dell’Ente, pubblicato sia in lingua italiana sia in lingua inglese (in quanto il corso del CEDIFOP è frequentato anche da 2 allievi Greci e un allievo Russo), dal titolo “PROCEDURE OPERATIVE SULLA PREVENZIONE E RIDUZIONE DEL RISCHIO COVID-19 DURANTE ESERCITAZIONI PRATICHE ALL’APERTO, NEI CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL SETTORE  DELLA METALMECCANICA SUBACQUEA“.

Il manuale del CEDIFOP, è stato elaborato con l’intento di elencare procedure HSE pratiche da adottare e da integrare alle procedure operative già in uso nel centro, durante le fasi di addestramento pratico ed all’aperto, nel settore della formazione professionale della subacquea industriale, al fine di mitigare i rischi relativi all’emergenza COVID-19.1 (20)

In accordo con le disposizioni delle Autorità Nazionali e Regionali, il manuale prevede una serie di regole da adottare con la ripresa delle attività subacquee e i comportamenti corretti da tenere. Oltre alle indicazioni standard come la rilevazione della temperatura corporea; l’utilizzo di soluzione idroalcolica per l’igiene delle mani, la registrazione di un elenco dei soggetti che partecipano alle attività per un periodo di 14 giorni, al fine di consentire alle strutture sanitarie competenti di individuare eventuali contatti; il mantenimento di almeno 1 metro di distanza tra gli utenti; l’utilizzo di appositi DPI e di procedure per igienizzare le attrezzature, è prevista anche la compilazione di due apposite check list di cui una giornaliera, che garantiscono un alto livello di controllo e prevenzione.

Considerando che le attività pratiche del corso sono interamente svolte in spazi esterni, dirette ad un gruppo omogeneo, la valutazione del rischio è medio-basso calcolando fattori come Esposizione, Prossimità ed Aggregazione.

22 (7)

Il manuale del CEDIFOP fa un preciso distinguo delle procedure da adottare per i corsi che prevedono l’iscrizione presso una Capitaneria di Porto (OTS) e per i corsi di specializzazione successivi all’OTS, che prevedono l’iscrizione al Repertorio telematico presso l’Assessorato al Lavoro della Regione Siciliana, per i livelli Inshore e Offshore, elencando le procedure da adottare per attività che coinvolgono imbarcazioni, camere iperbariche e impianti di saturazione per l’alto fondale. 22 (6)
Una parte del manuale riguarda la gestione di un eventuale primo soccorso ed RCP, in caso di emergenza, con una serie di norme utili per intervenire, soccorrendo le vittime e proteggendo anche i soccorritori da potenziale contagio.

Diversi gli esperti che hanno collaborato alla stesura del manuale, fra questi commercial diver iscritti nel repertorio telematico previsto dalla legge 07/2016 come inshore diver o offshore air diver /TOP UP,  medici, consulenti in materia di Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro,  un commissario capo trainers instructor heliox/trimix 100, un Ispettore della  Guardia Costiera, un esperto equipaggiamenti subacquei per immersione militare e professionale, un avvocato di diritto marittimo e connesse implicazioni infortunistiche ed ambientali, ed altri.

2 (2)

Nel servizio le foto dalle primissime immersioni in piscina con l’utilizzò di un ELMO APERTO (qui l’articolo sulla sua costruzione nel 2008:
http://www.cedifop.it/files/2008-01-01—HDS_notizie_90m8bud6.pdf)
e dei caschi del tipo KIRBY MORGAN 18 e 47.

Il manuale è scaricabile da questo link in lingua italiana:  http://www.cedifop.it/files/CEDIFOP—versione-04-covid-19—ITA–attivita-di-formazione-sub-_2b_.pdf

e da questo link in lingua inglese: http://www.cedifop.it/files/CEDIFOP—versione-05-covid-19—attivita-di-formazione-sub_ENG_01b.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *