Gianna Nannini al Teatro Antico di Taormina (ME)

4500 posti, più altri aggiunti in poltroncina nel “parterre”, tutti occupati, con tantissime persone in piedi: un’accoglienza “Rock” per Gianna Nannini.

IMG_5014+g

Care amiche ed amici di Globus Magazine / Television / Musicando e Almax Magazine, ben ritrovati…

Il Teatro Antico di Taormina è una location, tra quelle vissute per concerti ed eventi vari, che più riesce a destare fascino, apparendo già uno spettacolo di suo, per gli occhi, nel suo aspetto attuale.
Questi resti di immense mura, sorrette dalle rimanenti colonne di marmo, con gli effetti di luce create dai vari “Light Designer” dei concerti, acquistano ancora maggiore effetto suggestivo, per non parlare poi del panorama che si scorge dietro l’apertura del palco, con l’Etna bene in vista, che al tramonto assume un effetto quasi artificiale, ma che è veramente un gioco di luci reale molto suggestivo.
Certo, nel periodo in cui fu costruito, sembra nel Terzo Secolo A.C., questi effetti luce di scena, elettronici non esistevano proprio, ma è comunque bello correre con l’immaginazione sugli eventi che, invece, potevano essere stati rappresentati…
La fantasia può creare l’immagine di recitazione di antiche tragedie greche, dato che sembra fosse stato progettato e costruito inizialmente dai greci e, successivamente, modificato nella sua struttura, per gare di lotta tra gladiatori, così com’era costume in quell’epoca antica, sotto il dominio romano.
E anche il pubblico doveva essere allora davvero particolare…Tenendo conto che all’origine, questo Anfiteatro pare avesse potuto ospitare almeno diecimila spettatori…doveva essere veramente uno spettacolo nello spettacolo.
Così com’è stato, com’è, anche per i vari concerti più attuali, con artisti davvero di spicco e fama internazionale.

IMG_5003+g

E la sera del 26 Agosto i 4500 posti, oggi agibili sugli spalti, più altri aggiunti, in poltroncina, nel “parterre”, erano tutti occupati, con tantissime persone in piedi, in pratica un pieno assoluto, tutto questo per accogliere degnamente il concerto proposto da Gianna Nannini.
In pratica Gianna ha ben “scaldato” l’atmosfera già densa d’emozione, delle migliaia di fans accorsi da ogni dove (moltissimi hanno occupato le strutture alberghiere della zona e i parcheggi presenti praticamente con il tutto completo già nel primo pomeriggio), con il suo repertorio e i cori del pubblico hanno confermato la grande affezione di cui gode l’Artista Rock toscana, divenendo, appunto, parte integrante dello spettacolo.
Moltissime le ragazze in versione “sosia” della cantante, bandane, t-shirt a profusione, tutte dedicate a Gianna.
Nessun concerto di apertura, lei appare praticamente subito in scena, facendo rinnovare l’urlo generale di entusiasmo già fatto con lo spegnimento delle luci sugli spalti e sulla scena.

IMG_5013+g

Notevole il cast strumentale sul palco, che presentava un sestetto, magnifico, d’archi, che ha conferito deliziose atmosfere di musica Classica.
Agli archi, quindi, ecco Roberta Malvolti, Liuba Morau, Chiara Santarelli e Lorenzo Borneo, mentre al violoncello hanno suonato Linda Rusca e Davide Pilastro.
Agli strumenti più…rock, ecco Davide Tagliapietra e Thomas Festa, magnifiche chitarre, Daniel Weber al basso, Will Medini pianoforte e tastiere, con programmazioni, il tutto basato sul ritmo della fantastica batteria suonata da Moritz Mueller.
Gianna Nannini si è avvalsa, naturalmente, anche di un accompagnamento corale, grazie alle voci di Anna Camporeale e Isabella Casucci.
Purtroppo non ho potuto conoscere il nome del “Light Designer”, davvero eccezionale, che ha mi consentito di realizzare degli scatti foto con le giuste, molto suggestive, luci, per far rendere un po’ l’idea dell’atmosfera scenica in cui si è esibita Gianna, ma sicuramente avrà sempre tutta la mia gratitudine e quella degli altri (pochissimi) Fotoreporters.

IMG_5086+g

In ogni caso un apparato tecnico di altissimo livello, con un personale di palco e alle varie consolle di controllo veramente molto qualificato. Forse qualcuno si dimenticherà anche di prendere in considerazione questi dettagli, ma ritengo personalmente siano di estrema importanza, per la riuscita di un grande spettacolo musicale e non solo.
Il tutto per consacrare, se così si può dire, questa eccezionale tappa siciliana del suo “History Tour 2016”, con dei nuovi brani, cantati tra i suoi più famosi, estratti dal suo nuovo album “History” (a cura della Sony Music), oltre, come detto, i suoi più noti al pubblico.
Tra questi pezzi, Gianna ha saputo – estemporaneamente e sicuramente senza sforzo alcuno – far cantare al pubblico, assieme a lei, un paio di celebri brani popolari siciliani, tipo “Ciuri Ciuri”, giusto per accennarne uno…
Le foto che saranno di corredo a questa descrizione, questo report, della serata, spero possano rendere, almeno dal punto di vista visivo statico (non è stato consentito girare video), l’atmosfera che si è vissuta, al Teatro Antico di Taormina, la sera del 26 Agosto 2016.

Prontissimi per un’altra “Mission Possible” !!! A presto!…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *