Ebola

Acireale: incontro con il dottor Fabrizio Pulvirenti. Il medico che ha sconfitto il virus Ebola.

“Inspiro a fondo e apro la porta. Gina è lì, con la faccia seria. Senza tanti giri di parole mi dà la notizia: ‘La PCR è positiva, sei contagiato’. Faccio qualche passo indietro, sento il bordo del letto contro le […]

Acireale: incontro con il dottor Fabrizio Pulvirenti. Il medico che ha sconfitto il virus Ebola.  

Il Dott. Fabrizio Pulvirenti in audizione alla Commissione Igiene e Sanità del Senato della Repubblica

Audizione degli infettivologi siciliani Fabrizio Pulvirenti e Mauro Sapienza sul caso Ebola, alla Commissione Igiene e Sanità del Senato della Repubblica.  Fabrizio Pulvirenti, Medico Infettivologo dell’ospedale “Umberto I“ di Enna, che ha contratto Ebola in Sierra Leone e Mauro Sapienza, Infettivologo

Il Dott. Fabrizio Pulvirenti in audizione alla Commissione Igiene e Sanità del Senato della Repubblica  

Ebola. Ciao, come stai? Lo abbiamo chiesto a Fabrizio Pulvirenti, guarito dall’Ebola

Dalla malattia al trasporto in Italia. Ecco cosa ci ha detto il medico siciliano conosciuto in tutta Italia dopo aver contratto l’Ebola: Fabrizio Benedetto Pulvirenti.   “Come stai?”, una domanda più che azzeccata se ti trovi davanti Fabrizio Benedetto Pulvirenti. Il

Ebola. Ciao, come stai? Lo abbiamo chiesto a Fabrizio Pulvirenti, guarito dall’Ebola  

Ebola: tutto ciò che si deve sapere sulla nuova epidemia

Nelle ultime settimane l’Africa occidentale è colpita da una nuova epidemia: l’Ebola. La Nigeria, dove ci sono ancora pochi casi, prepara tende di contenimento mentre gli Usa aumentano il livello di allerta. L’Oms ha diffuso un bilancio aggiornato che parla di 932 morti nei quattro paesi aggrediti dal virus e 1711 casi.

Ebola: tutto ciò che si deve sapere sulla nuova epidemia  

Virus Ebola, la parola agli infettivologi Simit

Virus Ebola: mai arrivato tanto a Nord, ma non vi è motivo di ritenere che possa diffondersi al di fuori dall’Africa. “L’Ebola non si è mai mosso dall’area geografica dove si è verificata la malattia. I pochissimi casi che si sono visti fuori dall’Africa hanno coinvolto persone che hanno raggiunto i paesi d’origine per farsi curare. La catena del contagio tende ad arrestarsi rapidamente, e raramente supera il primo contatto”, spiega il Prof. Massimo Galli, infettivologo SIMIT.

Virus Ebola, la parola agli infettivologi Simit  

a Cognita Design production
Torna in alto