R.I.P. in chiave rock all’amico Claudio Rocchi. Adesso ‘Vola Alto’ …libero

La redazione di Globus Magazine è sgomenta e addolorata per la scomparsa improvvisa del musicista milanese.
Enzo Stroscio: Inaudito è sempre il modo di morire ...specie se si soffre come ha fatto Claudio, il ragazzo che con gli arpeggi della sua chitarra e con il suono della sua voce ci ha insegnato a 'Volare in Alto' ...magicamente! 
L' appuntamento per salutare Claudio è a Roma, Auditorium della Musica, mercoledi 26 giugno 2013, ore 21.00 - "Aria di rivoluzione".

 

 

 

 

 

MILANO - Claudio Rocchi, 62 anni, è Volato in Alto ...altrove, in un luogo dove può trasformare la sua poesia e musica  in pura energia. Era stato colpito da una grave patologia neuromuscolare, e cardio-respiratoria, irreversibile, che innestava la perdita d'uso degli arti inferiori su patologia ossea degenerativa. Dopo una notte infernale, debilitante, stamattina l'arresto cardio-respiratorio.

Era stato testimone di un indimenticabile stagione del rock italiano, dapprima come bassista degli Stormy Six, poi come solista. Basti ricordare, "Volo magico n.1" e l'ultima fatica discografica prodotta 'In Alto' del 2011. I suoi dischi avevano come punto di riferimento il volo, lo stare in alto, in un'altra dimensione, quasi mistica, non a caso In Alto: "La coscienza è alta, sono elettrizzato ed eccitato come dopo il mio primo disco. Questo è un'altro inizio - aveva detto - ...torno come postino a consegnare certezze da un futuro a curvatura zero, dove spazio e tempo dicono qui e adesso".
            E se questo non è un 'Volo Magico!'

Da poco tempo scriveva la sua 'Settima Vita' - le sue memorie - su Facebook: "Patologia non reversibile che innesta la perdita d'uso degli arti inferiori sulla patologia ossea degenerativa. Sono ultra fragile, e devo stare praticamente a letto evitando movimenti di ogni genere che potrebbero, nel caso di un'invasione midollare più alta del D11 odierno, pregiudicare anche l'uso degli arti superiori. Non male, vero, per mettere alla prova il buonumore? Sappiate che il buonumore tiene, la Coscienza pure e il libro è iniziato stamane..."

Ripercorre l'articolo "Il Ritorno del Messaggero Psichedelico" a firma di Susanna Schimperna è un piacevole dovere e un grande tributo - completo - al 'cantastorie visionario' come gli piaceva farsi chiamare (Globus Magazine #10 pg.22-23).

Un uomo con grande sete di sapere e conoscenza, inarrestabile nel suo lavoro di musicista, buddista psichedelico e conduttore radiofonico zen. La sua ultima collaborazione con Gianni Maroccolo (ex Litfiba, CCCP, CSI) nel progetto "Nulla è andato perso", lo riempiva di grande entusiasmo.

 Claudio a sx. durante l'11 Contest Roma-New York del 2012

Tutte le nostre redazioni - Claudio collaborava con Globus Magazine dal 2012 - sono sgomente dinnanzi a tanto dolore e perdita di questo grande uomo che ha vissuto da protagonista con grande forza, tenacia, saggezza nella scena artistica e musicale italiana. Tutti noi siamo vicini alla nostra Susanna Schimperna, grande Donna, che ha vissuto con Claudio tutti i momenti del riscatto artistico, sociale ed umano del grande 'musicista elettrico'.  

Il messaggio di Francesco Verdinelli, direttore artistico del Teatro Lo Spazio di Roma: "L'amico Claudio Rocchi ci ha lasciati oggi, mancherà la sua grande forza, tenacia, saggezza che in ogni istante trasmetteva con raro entusiasmo, esattamente come da ragazzo ed allo stesso modo oggi, con la sua musica e non solo".

Bruno Biriaco, batterista dei mitici Perigeo e direttore d'orchestra della Galaxy Big Band, amico da sempre: "Sono davvero dispiaciuto, avevo saputo da Enzo (Stroscio n.d.r.), proprio qualche tempo prima, che il buon Claudio era sofferente. Ho seguito le sue ultime vicende musicali davvero notevoli. E' una grande perdita per il panorama musicale Italiano e per tutti gli amici che gli volevano bene". 

Gianni Maroccolo (Litfiba): "Claudio è in "volo"... Ti voglio umbè bene Clà" - Alle amiche e agli amici di Claudio, con preghiera di diffusione e condivisione: Non vi sarà funerale nè altro tipo di celebrazione pubblica. L' appuntamento per salutare Claudio è a Roma, Auditorium della Musica, mercoledi 26 giugno 2013, ore 21.00 - "Aria di rivoluzione".

Carlo Massarini, foto-giornalista della musica che da sempre conta, lo ricorda: "Claudio Rocchi è tornato a Casa. Avevamo cominciato insieme, a Per Voi Giovani, nel 1971.  
Poi abbiamo fatto due giri infiniti e diversi, cercando in fondo la stessa cosa. Siamo tornati a vederci negli ultimi mesi, perchè aveva ideato questo 'Festival' all'Auditorium di Roma, imperniato su PVG - fatto di musica, e foto, e memorabilia, e ricordi - e mi aveva chiesto delle foto per raccontare visualmente il periodo. Il Festival inaugura domani, strana la vita, eh? 
Questa è la foto che aveva scelto di sè: un concerto degli anni 70, quasi al buio, solo la fiamma di un braciere a illuminargli il volto. Certi dettagli rivelano più di tante parole. Ciao Claudio, uomo dalla grande anima, e dal timing imprevedibile.
Il volo magico è appena cominciato
".

 Claudio Kinks Scarpa, storico giornalista: "Addio Claudio. Il mio rammarico è quello di averti conosciuto personalmente solo da un anno a questa parte. E magari di non averti chiamato per parlare un pochino, ma l'ho fatto solo per timore di disturbare. Grazie infinite di questa meravigliosa lezione di vita. Grazie, perchè la mia strada ha potuto per una volta incrociare la tua".

Michael Pergolani, storico dj Rai:  "...c'eravamo sentiti circa 20 giorni fa... e diverse volte da quando ci rincontrammo per caso alle votazioni Siae... goodbye dear friend".

Antonello Cresti, scrittore: "Qualche giorno fa avevo avuto il privilegio di parlarci. Come al solito, anche in una situazione difficilissima, da lui erano giunte parole di grande saggezza, da "illuminato". Oggi Claudio Rocchi Volo Magico ci ha lasciati, ha lasciato questa terra almeno, per abbracciare nuovi mondi e nuove avventure. Per noi che restiamo è un dolore per tutto quello che perdiamo e un sollievo per tutto ciò che abbiamo avuto. Grazie Claudio è stato un onore conoscerti! E un enorme abbraccio a Susanna Schimperna Due alla quale vorrei essere più vicino che con un banale messaggio...".

Gianni de Berardinis, Radio 101: "Ora Il tuo Volo magico  continuerà nei cieli caro Claudio...grazie per ogni cosa detta che non conoscevo e per ogni tua pagina di vita aperta  e regalata con amicizia... Eri oltre da sempre con il cuore e la Mente.. ora sei in alto dove puoi sentire ancora di più. HARI OM ! "
 
Maurizio Becker, scrittore, musicologo:
Quando stai mangiando una mela tu e la mela siete parti di Dio,
Quando pensi a Dio sei una parte di ogni parte e niente è fuori da tutto
Quando vivi tu sei un centro di ruota e i tuoi raggi sono raggi di vita;
puoi girare solo intorno al tuo perno o puoi scegliere di correre e andare
Quando dormi tu sei come una stella e il respiro è come fuori dal tempo;
Quando ridi è come il sole sull'acqua, sai che farne della vita che hai
Quando ami tu ridoni al tuo corpo quel che manca per riempire un abbraccio,
Quando corri sai essere lepre e lumaca se hai deciso di arrivare o restare
Quando pensi stai creando qualcosa, illusione è di chiamarla illusione,
Quando chiedi tu hai bisogno di dare, quando hai dato hai realizzato l'amore.
Quando gridi la realtà non esiste hai deciso di essere Dio e di creare.
Quando chiami tutto questo reale hai trovato tutto dentro ogni cosa.
La realtà non esiste (Claudio Rocchi).

...è la sua Settima Vita!
Vola in Alto Claudio ...libero
!
.. è SEMPRE CON NOI TERRENI .. IO CI SONO !!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *