Un nuovo Polo didattico intitolato al prof. Attilio Basile

Venerdì 13 ottobre alle 11, al Comparto 10 della Cittadella universitaria (via Santa Sofia 87), si terrà la cerimonia di inaugurazione della sede del nuovo Polo didattico della Scuola Facoltà di Medicina dell’Università di Catania.

Polo_ABasile1

La struttura, i cui lavori erano iniziati nel luglio del 2015, ospita su due piani tre aule didattiche da 100 posti ciascuna, tre aule studio rispettivamente da 38, 32 e 20 posti, quattro uffici e una sala riunioni, una sala ricreativa. L’edificio è dotato di connessione wi-fi, pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria e impianto di illuminazione a led.

L’edificio verrà intitolato alla memoria del professore Attilio Basile, medico luminare catanese scomparso nel 2012 all’età di 102 anni.

Polo_ABasile2

Il prof. Attilio Basile

Prof. Attilio BasileNel corso della sua lunga e intensa vita, il prof. Attilio Basile ha eseguito con grande maestria oltre 40 mila interventi di chirurgia generale e specialistica curando con eccelsa tecnica, solida cultura scientifica, infinita passione e spontanea umanità una moltitudine di pazienti, aggiungendo a tanti portatori di gravi malattie svariati anni di vita serena accanto ai familiari.

Ha insegnato chirurgia per oltre 50 anni agli studenti del corso di laurea in Medicina e agli specializzandi in Chirurgia generale e Chirurgie specialistiche, infondendo in tutti un interesse e in molti una vera e propria passione per la scienza chirurgica.

Le sue lezioni sono rimaste impresse nella memoria di migliaia di studenti e di chirurghi per la solida base scientifica unita ad un taglio pratico evidente nella discussione in aula di casi clinici di pazienti.

Ha creato una Scuola di chirurgia, rinomata non solo in Italia ma anche all’estero, che ha portato 11 allievi alla Cattedra universitaria e altri 41 alla direzione di reparti ospedalieri.

Ha prodotto, inoltre, centinaia di pubblicazioni scientifiche, comprendenti anche importanti monografie su alcuni aspetti della chirurgia. È stato relatore molto seguito a importanti congressi nazionali e internazionali portando contributi innovativi riguardanti soprattutto la fisiopatologia e la tecnica chirurgica.

La sua dedizione al lavoro e la sua profonda umanità vivono nella memoria di molti e da questi vengono tramandate per essere da esempio alle nuove generazioni di medici.

Nato il 15 gennaio 1910 a Itala, si era laureato a Messina nel 1934 con il massimo dei voti. Dopo un periodo di perfezionamento alla Fondazione Von Humboldt e alla II Clinica chirurgica dell’Università di Vienna, nel 1951 ebbe l’incarico dell’insegnamento di Patologia chirurgica e Propedeutica clinica e la direzione dell’Istituto presso la stessa Università.

Nel 1956 fu chiamato a dirigere la Clinica chirurgica generale dell’Università di Catania, dove rimase fino al 31 ottobre 1980, quando passò fuori ruolo. Fu preside della Facoltà di Medicina, presidente della Società italiana di Chirurgia nel triennio 1976-1979, rappresentante delle Facoltà mediche italiane nel Consiglio universitario nazionale, entrando a far parte della  Commissione che elaborò la riforma della Facoltà medica. A conclusione della sua carriera, ottenne la prestigiosa nomina a Professore emerito di Clinica chirurgica e Terapia chirurgica generale nell’Università di Catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *