Teatro Massimo Bellini: sabato sarà inaugurata mostra di bozzetti e figurini d’opera

Sabato 13 ottobre ultimo importante appuntamento, per quest’anno, del Festival Belliniano del Teatro Massimo Bellini

CATANIA - Sarà inaugurata domani, sabato 13 ottobre alle ore 19,30, “Bellini al Bellini, la mostra di bozzetti e figurini d’opera allestita nel foyer del Teatro, ultimo importante appuntamento per quest’anno del Festival Belliniano del Teatro Massimo Bellini che ha visto le sue giornate più intense attorno allo scorso 23 settembre, data in cui si ricorda la morte del Cigno catanese.

 A tagliare il nastro sarà il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, alla presenza dei vertici del Teatro, il commissario straordinario Enzo Zappulla e il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana.  La mostra resterà aperta sino al 3 novembre, giorno in cui si celebra la nascita di Vincenzo Bellini.

      “Riannodare pazientemente i fili della memoria – spiega il sovrintendente del Teatro Rita Gari Cinquegrana -. Da questo certosino, appassionato, tenace lavoro nasce la Mostra di bozzetti e figurini delle opere del “Cigno” catanese, primo esito delle attività, avviate negli ultimi due anni, di recupero e valorizzazione delle memorie del Teatro Massimo Bellini, finalizzate alla realizzazione del Museo e dell'Archivio Storico”. Un lavoro complesso, lungo, che ha già dato i suoi primi risultati e che pone ancora una volta il Teatro Massimo Bellini al centro della vita culturale della città di Catania e della regione.

“Convinta che non può esserci futuro, sviluppo territoriale e crescita civile – dice il sovrintendente Gari Cinquegrana - ove i giovani non si facciano consapevoli custodi dei lasciti del passato e senza che la comunità locale prenda su di sé l’onere morale della conservazione del proprio patrimonio culturale, la Sovrintendenza del Teatro ha voluto che la catalogazione fosse il risultato di una sinergia con l’Accademia di Belle Arti di Catania, cosicché gli allievi potessero sperimentare la formula dell’ “imparar facendo” e diventare al contempo protagonisti di un percorso di “cittadinanza attiva”, lavoro minuzioso e competente grazie al quale sono stati catalogati i bozzetti e i figurini di scena di centoquaranta opere liriche allestite dal nostro Teatro”.

La mostra “Bellini al Bellini espone i bozzetti e i figurini delle opere belliniane date alle scene nel Teatro Massimo Bellini di Catania nel corso di mezzo secolo, e offre al visitatore una selezione di allestimenti storici di opere quali: Norma, compreso lo storico allestimento del 1990 firmato da Mauro Bolognini con le scene di Piero Guccione; La sonnambula, con la regia di Giulio Chazelettes e le scene di Ulisse Santicchi, del 1997-98; Il pirata,Festival Belliniano del 1993, con la regia di Renata Scotto e le scene e i costumi di Carlo Drappi; I puritani edizione 1993-94, con la regia di Italo Nunziata e le scene di Giuseppe Crisolini Malatesta, e quella del 1968 con regia e scene di Attilio Colonnello; Adelson e Salvini del Festival Belliniano del 1992, prima mondiale in tempi moderni, con la regia e le scene di Petrika Ionesco; Zaira del Festival Belliniano del 1990 con la regia di Egisto Marcucci e le scene e i costumi di Maurizio Balò.

 Le ricerche documentarie, il coordinamento e i testi dell’apparato didascalico sono di Donata Amico (Archivio storico dell’E.A.R. Teatro Massimo Bellini); il progetto di catalogazione è a cura di Viviana Scalia (Accademia di Belle Arti di Catania); l’allestimento espositivo è curato da Elena Ciravolo. Con la collaborazione tecnica di Santo Angelo Leanza.

 La mostra “Bellini al Bellini” resterà aperta al pubblico dal 13 ottobre al 3 novembre; visite dal martedi al sabato, con orario 9,30-12,30. L’ingresso è libero. Il pubblico di opere e concerti potrà visitare la mostra negli intervalli degli spettacoli. Infoline 095 7150921, sito internet www.teatromassimobellini.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *