Sicilia Mondo. La parola a…Giovanni Genco

 

Giovanni Genco, Presidente  della “Associazione Siciliana in Polonia” a Varsavia, racconta la sua esperienza con il mercato internazionale.

Foto Genco Giovanni

Nel progetto di servizio, di informazione, di conoscenza e di ascolto alla comunità, riportiamo l’intervista a Giovanni Genco, Presidente  della “Associazione Siciliana in Polonia” a Varsavia, aderente a Sicilia Mondo.

34 anni, nato ad Acireale, da 11 anni in Polonia. Sposato con una polacca, con un figlio. Imprenditore nel settore  Vini e distillati, collabora con Campari, fratelli Gancia e Marzadro.  Svolge intensa attività nel sociale. A Giovanni abbiamo domandato: Come è vista la situazione italiana in Polonia? Per i polacchi la situazione italiana in generale è positiva. C’è grande simpatia per l’Italia.  I polacchi amano tutto quello che arriva dall’Italia, in particolare la moda, la cultura,  l'arte, non escludendo la cucina. Molti aspirano di poter visitare il Belpaese. Come vive la comunità italiana o siciliana a Varsavia? La Polonia è un paese abbastanza vasto, con 40 milioni di abitanti e da dieci anni a questa parte  la comunità italiana è aumentata in maniera esponenziale,  superando le 3 mila unità registrate all’Aire, tra cui anche siciliani. Da un anno è stato costituito il Comites che organizza eventi ed incontri per l’accoglienza e la solidarietà nei confronti di chi cerca aiuto. Le città con il maggior numero di italiani sono la capitale Varsavia, Cracovia e Breslavia. Come va l’economia polacca? L’economia polacca continua a registrare un aumento del Pil ed è quindi in buona salute anche se non mancano le difficoltà nel campo della occupazione. La crescita della economia è evidente rispetto a soli dieci anni addietro. Tutto è cambiato rapidamente. La lingua e la burocrazia sono lo scoglio maggiore da superare. In generale, calcolando bene tutti i rischi, si può ancora fare business in Polonia. Anche per gli italiani. C’è ospitalità per i giovani che arrivano in Polonia? Molti sono i giovani che scelgono la Polonia per continuare gli studi come ricercatori o per iniziare la carriera lavorativa presso le diverse multinazionali presenti nel territorio polacco.  Da sottolineare anche la forte presenza di ristoratori e possibilità di lavoro legate alla gastronomia. I polacchi percepiscono una situazione di crisi in Italia relativa alla occupazione ma ci accolgono senza problemi sia a noi che agli stranieri di diverse nazionalità in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *