A SAN FRANCISCO SI VENDERANNO SOLO ANIMALI ABBANDONATI

San Francisco accoglierà gli animali abbandonati e trascurati: una nuova legge è stata varata.

dog-1533715_960_720

Nei negozi di animali, a San Francisco, è stata introdotta una nuova legge con la quale verranno accolti e venduti “gli amici a quattro zampe” non più piccoli di otto settimane, trascurati e rifiutati.

Gli animalisti sono contenti che  questa nuova legge sia entrata in vigore nella città del Golden Gate Bridge.

L’obiettivo di questa proposta riguarda salvaguardare i poveri e indifesi animali che vengono abbandonati per le strade, senza un posto accogliente dove poter stare e ricevere affetto. È importante, dunque, eliminare lo sfruttamento degli animali perché vengono usati, delle volte, solo per far nascere piccoli cuccioli, messi in vendita o come cavie.

Negli allevamenti, molto spesso, capita che i “piccoli amici” vengono maltrattati e lasciati nelle loro gabbie senza essere puliti.

Come ben sappiamo, San Francisco, non è la prima città ad avere introdotto un simile ordine, bensì altre città degli Stati Uniti hanno attuato una legislazione affine, come Los Angeles, San Diego, Chicago, Philadelphia, Boston e Austin.

Mimì Bekhechi della PETA ha espresso su Greenme testuali parole: “Con questo voto, San Francisco ha dimostrato di essere una città che ama i milioni di cani e gatti che hanno il disperato bisogno di una casa. I negozi di animali alimentano l’avidità della crudele industria dell’allevamento a scopi commerciali, in cui cani e gatti di sesso femminile sono tenuti prigionieri all’interno di gabbie metalliche sporche, il cui unico scopo è quello di sfornare cucciolate di piccoli consanguini che vengono poi portati via da loro, trasportati a centinaia di km e venduti”.

Lo scopo dei negozi americani, con questa nuova legge, è quello di dover dichiarare che le belve arrivino da associazioni che si occupano di animali abbandonati. Se invece si vorrà comprare un animale di razza, bisognerà chiedere agli allevamenti autorizzati.

Katy Tang conclude su vanityfair «Pensiamo che questa legge possa trasmettere un messaggio forte non solo all’intero stato della California, ma anche a tutti gli USA e persino al mondo intero».

In merito a questo articolo ho potuto intervistare un venditore di animali che restando in anonimato ci ha esposto il suo pensiero: “Penso che sia una buona soluzione per tanti motivi, anche perché l’amore che ti donano gli animali va al di là di qualsiasi razza o pedigree. Inoltre, questa legge, sarà importante per evitare il fenomeno del randagismo e per lo sfruttamento dei cani di razza che esiste e che, molto spesso, vengono riconosciuti come oggetti e non come esseri viventi. Quindi tutti i tipi di animali hanno il diritto di essere tutelati e grazie a questo decreto, ciò sarà finalmente possibile.

Speriamo che questa nuova legge sarà adottata in molte altre città,  in altri Paesi e in Italia, così lo sfruttamento degli animali diminuirà e i “piccoli amici” potranno vivere una vita più serena.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *