Meta Catania C5: i campioni d’Italia vincono sotto le pendici dell’Etna

Le doppiette di Jonas e Lima sommate alle reti di Coco Wellington e Calderolli regalano i tre punti all’Acqua&Sapone Unigross 

2

La compagine di Sant’Angelo dell’Acqua&Sapone Unigross, campione d’Italia in carica e detentrice della Coppa Italia, si aggiudica il match contro la Meta Bricocity Catania, valido per la quarta giornata di questa Serie A di Calcio a 5. Vittoria che permette al club in provincia di Pescara di mantenere la vetta della classifica con dodici punti in quattro giornate, ovvero quattro vittorie in altrettante gare.

Meta Bricocity Catania di mister Samperi che riesce a tener testa ad una squadra di livello superiore per tutta la durata della prima frazione di gioco dove, gli ospiti, riescono a trovare la via della rete solamente dopo due minuti e trenta secondi grazie ad un’intuizione finalizzata nel migliore dei modi da parte del proprio numero 20 Jonas. I rossazzurri cercano la via del gol, ma la differenza di potenziale (fra una neo promossa e  chi invece mastica futsal di Serie A ormai da un’eternità) si nota e grazie all’esperienza e al vantaggio di potersi fregiare di alcuni fuoriclasse del calcio a 5 come l’estremo difensore Mammarella, Bertoni e Lima, fanno una notevole differenza su tutti i parquet del mondo sia sotto l’aspetto tattico che tecnico.

1

Nel secondo tempo l’approccio dei padroni di casa non è sicuramente propositivo. Venti secondi dopo l’avvio della ripresa l’Acqua&Sapone trova la seconda marcatura di giornata con un gran colpo di tacco di Jonas, il quale realizza la propria doppietta personale.  Il Catania subisce il colpo dei campioni d’Italia e cominciano, allora, sette minuti infernali dove gli uomini di Perez realizzano altri quattro gol mettendo gli etnei alle corde. Ad aggiornare il tabellino cambiando il parziale da 0-2 a 0-3 è Lima che al quarto minuto, al volo su calcio d’angolo, insacca magistralmente alle spalle del portiere della Meta Sebastiano Tornatore. Al quinto è Coco Wellington a sfruttare una disattenzione della retroguardia casalinga ed a trovare lo 0-4. Al sesto minuto è il solito Lima a marcare il gioco con la propria firma per lo 0-5 e, all’ottavo minuto chiude i conti Calderolli con lo 0-6.

La Meta si sveglia tardi e l’unico squillo concesso da Mammarella arriva a due minuti dalla fine, con capitan Carmelo Musumeci che segna la rete della bandiera (1-6) senza poter avere la possibilità, però, di rientrare in partita.

Al termine della partita queste, in sintesi, le dichiarazioni del tecnico rossazzurro Samperi: “Avevamo giocato un buon primo tempo tenendo testa a chi ha cucito sul proprio petto il tricolore. Nella seconda frazione di gioco, invece, non mi sono piaciuti quei cinque minuti dove abbiamo subito quattro gol, facendo crollare le speranze di potercela giocare fino alla fine. Ancora, sicuramente, stiamo pagando la mancata condizione ottimale del salto di categoria, dopotutto la Serie A è il campionato più importante, ma sono sicuro che con il duro e giusto lavoro saremo capaci di metterci in carreggiata il prima possibile per agguantare la salvezza”. 

Prossimo week-end che vedrà la Meta Bricocity Catania impegnata, in trasferta, sul parquet di Rieti, formazione ostica che ha iniziato nel migliore dei modi questa stagione vincendo tutte le gare disputate fino ad ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *