Al Ma ‘Musica Arte’ di Catania il gusto brasiliano di Tony Canto

Il dancefloor indie-rock di Trinacra Beat Box ospita la canzone d’autore, dal gusto brasiliano, di Tony Canto. 
Catania, Ma Musica Arte, sabato 1 marzo 

Sabato 1 marzo al Ma Musica Arte, il club di via Vela 4-6 a Catania, si riaccendono i riflettori su Disko Partyzani, “la resistenza” del divertimento, l’appuntamento mensile che sposa il teatro e il dancefloor del Ma Musica Arte con i suoni non convenzionali e senza frontiere della crew Trinacria Beat Box formata da Antonio Vetrano, Renato Gargiulo e Giancarlo “JJ” Salafia, che dal 2006 fa ballare con selezioni musicali alternative, pop, indie, rock, Anni 80, balcanica, ska e patchanka. Al dj set di Trinacria Beat Box (vj Rielax), si aggiunge quello di Francesco Franco Seminara (funky music) in Birreria.
L’appuntamento di sabato si intitola Spaghetti Western Carnival Act (chi arriva vestito in maschera a tema western paga € 5 fino a mezzanotte) perché incontra le atmosfere di un originale Carnevale in tema spaghetti western, con il live d’autore di Tony Canto, inizio alle 22.30, e a seguire, dopo spaghettata di mezzanotte, il djset esplosivo della crew Trinacria Beat Box più tutto il circo partyzano.
TONY CANTO. Line up: Tony Canto voce e chitarra, Andrea Inglese chitarra, Luca Scorziello percussioni e Massimo Pino basso. Nato a Messina, chitarrista, cantautore e produttore, Tony Canto si diploma al CPM con Franco Mussida della PFM e intraprende una brillante carriera caratterizzata da scelte artistiche ben precise. Come cantautore ha pubblicato tre album: “Il visionario” del 2007, “La strada” del 2009 e “Italiano Federale” del 2011. Il concerto tratto dall’omonimo disco ripercorre gli intensi anni di carriera di Tony. Il suo è uno spettacolo in cui ritmo, eleganza, leggerezza e cultura si fondono insieme, un ponte ideale tra la musica siciliana e quella brasiliana. La sua formazione artistico-personale deriva dalle sonorità di Caetano Veloso e dall’incontro con il mondo della bossa nova di Joao Gilberto in tutte le sue evoluzioni. Il suo imprinting è marcatamente brasiliano sebbene la sicilianità da subito venga fuori e si misceli con la matrice tropicalista. Una musica colta e ricca di contenuti ma popolare per immediatezza e comunicativa dei testi.
Come chitarrista dal 1996 incide praticamente tutti gli album di Mario Venuti, con Bungaro scrive il brano “Dimentichiamoci” cantato da Bungaro in duetto con Paola Cortellesi, inoltre incide e suona anche con Patrizia Laquidara, per la quale è autore e compositore di 10 brani contenuti nei suoi 2 ultimi album, così come ha collaborato con con Joe Barbieri, Mannarino, Mario Incudine, Syria, Pilar e tanti altri. Alcune session lo portano a New York sotto la guida di Arto Lindsay, i tour mondiali in cui ha suonato lo hanno portato negli Stati Uniti, in Sud America, in Cina e in Africa, arricchendolo umanamente e professionalmente.
Nel 2013 arrangia e partecipa al tour “corde” del cantautore Mannarino insieme a Fausto Mesolella degli Avion travel e Alessandro Chimienti.
Si occupa di musiche per cinema collaborando con Paolo Buonvino nelle colonne sonore di vari film tra cui “Manuale d’amore”, “La matassa”, “La vita come viene” e “Benur” le cui musiche sono di Nicola Piovani. Per “Benur” scrive “Ti amo Italia” che è parte della colonna sonora e con questa vince il Premio Mario Camerini 2013 come miglior canzone su film italiano. Inoltre, le sue musiche sono presenti nella serie web “Il signor nessuno” di Francesco Felli. Lavora col teatro componendo musiche “Lavori in corso” di Claudio Fava, per la regia di Ninni Bruschetta, e “L’ufficio”.
E’ ideatore dello spettacolo Malarazza – Omaggio alla Sicilia di Domenico Modugno, di cui è parte integrante insieme a Mario Incudine e Kaballà, progetto che vede sul palco insieme i 3 cantautori siciliani, diversi per storia artistica e caratteristiche vocali, ma uniti in questo originale progetto dall’amore per l’isola e dalla comune forza interpretativa. Produce con Arancia Sonora l’album “Magneti” di Mario Venuti, e ancora “Sartoria italiana fuori catalogo” della cantautrice romana Pilar, e “Per fortuna dormo poco” del cantautore romano Tommaso di Giulio, produce anche il singolo “Fammi dormire” 2013 del cantante Matteo Becucci.
Lo scorso settembre è uscito il suo nuovo singolo “Poco poco” e, e il mese dopo è stato al Premio Tenco 2013 a Sanremo per la “Rassegna della canzone d’autore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *