Gli stilisti dell’Est conquistano Catania ma c’è Dolce&Gabbana

Presentata al negozio Helmè la nuova collezione di alta moda e prêt-à-porter per la primavera/estate.

aLFIO LEO111

Foto di Alfio Leonardi

La moda della prossima primavera ed estate la decidono gli stilisti israeliani e rumeni. Almeno secondo la passerella di domenica 2 aprile al negozio di abbigliamento Helmè, sito in largo dei Vespri. Il pubblico catanese ha infatti potuto ammirare l'alta moda e prêt-à-porter della nuova collezione primavera-estate 2017, che proviene principalmente da questi due paesi.

alfio leo

Foto di Alfio Leonardi

Il TrunkShow PE17, questo il nome dell'evento, ha visto in passerella modelle che sfilavano con abiti longuette con scollature a V in tulle verde dell'azienda francese Rochas e sandali bassi con brillantini dello stesso colore, pantaloni e gilet di rafia dorati completati da casacche pailleté oro firmato Capannolo.

Ed è ancora il verde che ritorna stavolta con lo stilista inglese Christofer Kane, che firma il suo tailleur con blusa a farfalla.

Ma i veri protagonisti della sfilata sono stati i creatori dell'est, come Susana Traça, che ha evocato le sue radici africane nella linea di calzature che porta il suo nome. Dalla stilista angolana, infatti, provengono i sandali alti con tanto di fascia in pitone.

alfio leonardi

Foto di Alfio Leonardi

E ancora, lungo la passerella di Helmè, anche i vestiti di Maria Lucia Hohan, giovane e talentuosa designer rumena famosa per aver creato abiti eterei e voluttuosi con tagli stile impero, come il vestito lungo color bronzo che ha conquistato il pubblico della sfilata di moda.

La stile della designer di Bucarest, diventata una delle stiliste preferite da Jennifer Hudson, Eva Longoria e Vanessa Hudgens, si focalizza su un paradiso di tessuti trasparenti e abiti fluttuanti per ogni occasione, da cocktail, da sposa e da sera.

È invece una fantasia di fiori a vestire la gonna in organza con camicia a tinta unita azzurra di Daizy Shely, la nuova stilista lanciata da Giorgio Armani, un'artista che non ha paura di osare, facendo sfoggiare alle sue modelle persino il nude look. Al centro della sua collezione, infatti, capi rubati alla lingerie, come babydoll e corsetti che non lasciano nulla all'immaginazione, mentre le calze a rete guardano alla Catherine Deneuve di 'The Hunger'.

alfio leonardi2

Foto di Alfio Leonardi

All'evento mondano della moda catanese non potevano però mancare autori italiani come lo stilista di Alghero Antonio Marras che nei suoi vestiti mette tutto il suo spirito isolano.

E ancora, in passerella anche il prestigioso marchio di Dolce & Gabbana in stile barocco siciliano in 3D, una rivisitazione de "Il Gattopardo" ma con gli occhi di Quentin Tarantino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *