Eighties Night, a Enna risuonano i favolosi Anni 80

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la festa della musica che vede coinvolti sul palco del teatro comunale undici tra le migliori  formazioni locali reinterpretare alcuni dei grandi successi degli Eighties

Luca Madonia

Erano gli anni ruggenti delle spalline e dei capelli cotonati, delle catene al collo e dei cerchi per orecchini, gli anni dei “paninari” e del “Cuore di panna” della Algida, ma quando si parla di anni Ottanta non possiamo non pensare alla musica di quel decennio. Chi non si emoziona ancora con brani come “Like a Prayer” di Madonna o “Girls Just Wanna Have Fun” di Cindy Lauper? Chi non ricorda le grandi hit dell’estate italiana come “Vamos a la playa” dei Righeira o “Nell’aria” di Marcella Bella? E chi, ancora, non ricorda almeno un brano dei mitici Michael Jackson, Prince, Spandau Ballet e Duran Duran?

Sabato 6 aprile alle ore 20.30 al Teatro Garibaldi di Enna si rinnova l’appuntamento con la grande festa della musica ennese, ideata e fortemente voluta dal direttore artistico Mario Incudine e da Max Busa, vero deus ex machine dell’organizzazione dell’evento, quest’anno intitolato Eighties Night. «Anche per quest’anno – annuncia Busa – la formula di Enna per Enna non cambia: piena libertà artistica per i musicisti. A vincere ed essere protagonista è solo la musica».
Non una gara, quindi, ma una vera e propria festa, ormai entrata a pieno titolo tra gli appuntamenti più attesi della stagione, che dopo cinque anni conserva intatto lo spirito e l’entusiasmo della prima edizione. Undici le formazioni che si alterneranno, per interpretare due brani che ciascuno, attingendo al grande repertorio degli Anni 80, proporrà al pubblico secondo il proprio gusto e stile musicale. Sul palco, presentati da Salvo La Rosa, si esibiranno Luca Sproviero, Mindfield, La Genesi, Black Vilasi & Il Diavolo a Quattro, Tony Colina, We are not a band, Payer Noir, Saime & The Cool Rulers, Chivas , Bob Trick e Blasio blues band.
Al pubblico verranno proposti brani che spaziano dal rock al pop internazionale, alla canzone italiana di successo. Ed ecco che nella scaletta di Eighties Night si ascolteranno nelle cover delle formazioni cittadine brani, tra gli altri ,come “Who wants to live forever” dei Queen, o “Shock the Monkey” di Peter Gabriel già fuori dai Genesis, o la struggente “Baby I Can hold You” di Tracy Chapman, o la hit epocale “Personal Jesus” dei Depeche Mode, o “Like a prayer” di Madonna, o “Such a shame” dei Talk Talk del compianto Mark Hollis, ma non mancheranno perle di star assolute come Bob Marley, Eurythmics, Toto, Blondie, AC/DC, Michael Jackson. Sul fronte italiano gli autori da cantare saranno Zucchero, Franco Battiato, Donatella Rettore, Loredana Bertè, Pfm, Massimo Ranieri e Pino Daniele. A fare da sfondo ad ogni esibizione i video musicali dei brani proposti, rivisitati da Simone Scarpello.
Una festa della musica per tutti i gusti, per ogni generazione, che quest’anno prevede l’esibizione di una special guest: il cantautore catanese Luca Madonia, ex Denovo (di cui facevano parte anche Mario Venuti, Tony Carbone e Gabriele Madonia), che attingendo al repertorio della formazione che proprio negli Anni 80 ha sdoganato il pop-rock siciliano di successo, proporrà due brani: “Grida” e “Buon umore”. «Il ricordo più bello di quegli anni? L’aver realizzato un sogno che ci ha consentito di entrare nella musica al 100%, facendola diventare il nostro mestiere» ha dichiarato il cantautore catanese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *