Il Centro di ascolto AMI-EIRA, una realtà positiva, punto di riferimento all’avanguardia per Messina

Durante la Conferenza stampa siglato il protocollo d’intesa AMI-EIRA per la costituzione del Centro di ascolto che ha fra i suoi obiettivi principali quello di  dare risposte concrete alle famiglie ed ai suoi componenti nei momenti di disagio, sofferenza e tensione, quando è più difficile trovare solidarietà e comprensione 

centro d'ascolto

Si è svolta, ieri mattina alle ore 11,30, la Conferenza stampa per la presentazione del Centro di Ascolto AMI (Associazione Matrimonialisti Italiani) – EIRA (Centro di Salute Integrata).

La Conferenza ha avuto luogo presso il Centro EIRA, con sede a Messina in via Geraci 23, (pal. D, is.78) alla presenza di qualificati professionisti che hanno seguito con molta attenzione i relatori partecipando dopo attivamente anche al dibattito finale con incisivi ed oculati interventi. Il Centro, attivo dal 5 aprile, fornisce accoglienza, orientamento ed ascolto attraverso un primo colloquio gratuito con l’interessato e informazioni sui molteplici servizi offerti alle famiglie con particolare attenzione ai minori, alle coppie in difficoltà e alle donne.

L’AMI (Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani per la Tutela delle Persone, dei Minorenni e della Famiglia) è rappresentata, nel distretto di Messina, dall’ avv. Francesco Genovese, mentre Responsabile del Centro EIRA, operativo in città da diversi anni, è la dott.ssa Serena Ruello.1

I soci di AMI-distretto di Messina ed i professionisti di EIRA – Centro di salute integrata, gestiscono il centro d’ascolto, presso i locali del Centro Eira, apportando ciascuno competenza e professionalità e rendendo così operativi interventi multidisciplinari, diversi tra loro ma tesi al comune obiettivo di creare uno spazio per sviluppare strategie operose e costruttive capaci di tutelare gli individui, le coppie, i minori e le famiglie in difficoltà.

Durante la conferenza stampa, oltre a fornire ogni dettaglio sui servizi offerti, è stato siglato un protocollo d’intesa AMI-EIRA per la costituzione del “Centro di ascolto Ami-Eira”.

Fondamentale per questo la sinergia tra i professionisti di due realtà consolidate e operative sul territorio messinese, quali l’AMI (Associazione avv. Matrimonialisti italiani), attiva a livello nazionale da più di un decennio e presente sul territorio con sedi distrettuali e territoriali, e l’EIRA (Centro di salute Integrata), realtà consolidata in città da più di quattro anni, che nasce ponendosi l’obiettivo di promuovere la salute integrata, intesa non come assenza di malattia ma come benessere fisico, psichico, sociale e relazionale.

Intercalati dagli applausi dei presenti gli interventi del presidente AMI-distretto di Messina, avv. Francesco Genovese, della Responsabile Centro EIRA, dott.ssa Serena Ruello, dell’ avv. Ester Isaja, Componente del Direttivo AMI e Addetto stampa e della Mediatrice familiare AIMeF, dott.ssa Flora Rappocciolo.

2

“Abbiamo voluto ufficializzare in questa maniera formale l’inaugurazione di questo Centro di Ascolto fra AMI ed EIRA – ha detto l’avv. Francesco Genovese, che poi, evidenziando nei dettagli i servizi, ha ricordato che – l’AMI esiste a livello nazionale da 12 anni essendo stata costituita nel 2007 e che nel 2014 ha ottenuto un importante riconoscimento da parte del CNF per il quale è entrata nel novero delle Associazioni Forensi maggiormente rappresentative. Questo è uno dei nostri motivi di orgoglio in quanto ci pone in una posizione sicuramente importante concretizzatasi ulteriormente da qualche mese all’interno delle riunioni del Consiglio Nazionale Forense dove ci viene sempre richiesto il nostro parere. La Sezione Distrettuale di Messina è stata costituita sempre nel 2007 ed è un associazione che si è occupata prettamente della formazione specifica degli avvocati nell’ambito delle aree professionali come quelle della famiglia dove noi trattiamo i sentimenti delle persone e non delle materie fredde come quelle che normalmente noi avvocati siamo abituati a trattare nelle nostre controversie giudiziarie. Per questo ci vuole chiaramente una sorta di particolare sensibilità che ritengo debba essere presente anche nelle altre figure professionali. Allora dal frutto di questa intesa, da questa comunanza di intenti col Centro EIRA è venuta fuori l’idea di fare questo Centro di Ascolto che vuole soprattutto essere un punto di riferimento per l’utenza per ogni necessità, per stemperare i conflitti e risolvere le conflittualità che vi possono essere all’interna di una famiglia. Questo si potrà ottenere – conclude Genovese – anche creando delle occasioni di scambio fra le varie figure professionali organizzando anche delle riunioni trimestrali dove ci si incontra tutti, tutti i professionisti per esaminare le eventuali criticità che ci sono perché dobbiamo cercare di dare un servizio effettivo alla cittadinanza”.3

La dott.ssa Serena Ruello, Responsabile del Centro EIRA, ha voluto anche sottolineare che: “Questo che abbiamo inaugurato è un Centro di Ascolto che è multidisciplinare e quindi oltre l’importante consulenza legale, vi è anche la consulenza psicologica, la psicoterapia di coppia o individuale,la mediazione familiare con professionisti AIMeF e ancora la consulenza pedagogica e sociale in quanto ci avvaliamo di una equipe di professionisti multidisciplinari e perciò stiamo parlando anche di psicoterapeuti, psicologi, assistenti sociali del Centro EIRA, un centro che nasce dall’idea di voler curare la persona, non la sua sintomatologia e di voler dare  supporto e sostegno a tutti i tipi di problematiche”.

I servizi allo sportello di consulenza e assistenza giuridica e psicologica sono erogati, come già ribadito, da professionisti qualificati come Avvocati appartenenti all’AMI – distretto Messina, e professionisti di EIRA come Psicologi, Psicoterapeuti, Mediatori Familiari AIMeF, Pedagogisti, Assistenti Sociali etc…

Primo colloquio gratuito con l’interessato al fine di comprendere i suoi bisogni e individuare tra i servizi attivi, il tipo di intervento più utile per le sue necessità. Successivamente gli interessati potranno accedere a costi molto agevolati a diversi tipi di servizi che sono di:

CONSULENZA LEGALE, in cui un avvocato offre la sua professionalità per dare consigli relativamente a tutte le questioni giuridiche che vedono coinvolte le persone che si rivolgeranno allo sportello del Centro, soprattutto relative alle questioni familiari.

MEDIAZIONE FAMILIARE, un servizio che si avvale di Mediatori AIMEF che hanno lo scopo di ricreare un dialogo costruttivo tra le parti in conflitto (coniugati o conviventi, con o senza figli) in fase di separazione o già separate/divorziate con un esigenza di modificare gli accordi. Importante è il fatto che la mediazione familiare propone la logica del “SI PUO’ VINCERE IN DUE” che ribalta la logica prevalente e comune. affermando che può esistere una vittoria bilaterale senza perdente.

CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO-PSICOTERAPIA INDIVIDUALE E DI COPPIA, rivolta a persone che vivono un momento di disagio o crisi personali, familiari o lavorative; situazioni di crisi, forte cambiamento o difficoltà decisionali su tematiche emotivamente importanti (famiglia, lavoro etc…).

CONSULENZA PEDAGOGICA, che è una forma d’aiuto rivolta a qualsiasi problematica sociale, ai processi di apprendimento, al sostegno genitoriale, alla crescita personale, professionale e dove tra il pedagogista e il soggetto richiedente si instaura una relazione educativa che consente il passaggio da uno stato di mal-essere de-formativo ad uno di ben-essere formativo, in grado di condurre l’individua alla scoperta di una dimensione identitaria più vicina a sé.

CONSULENZA SOCIALE, che è un percorso di aiuto per chi vive un problema sociale, un percorso in cui le persone affiancate da uno specialista ridefiniscono la propria situazione sociale nel momento in cui sopraggiungono difficoltà a fronteggiare con proprie risorse e proprie capacità/possibilità una determinata situazione che si percepisce come motivo di preoccupazione, di bisogno di cambiamento, di ridefinizione dei propri impegni/responsabilità, di recupero di nuove risorse etc…

E’ di ottimismo l’aria che si respira al Centro di ascolto e si avverte forte il desiderio di far del bene agli utenti sostenendoli e aiutandoli a risolvere le varie situazioni di conflittualità.

Indicativa la frase di Bern Williams che si legge all’interno del Centro: “Non esiste notte o problema capace di sconfiggere l’alba o la speranza”.

Il Centro è aperto il martedì dalle ore 15,00 alle 17,00 e il giovedì dalle ore 10,00 alle 12,00. Per informazioni contattare il 3477068330 o il 3470870966 oppure inviare una mail a infocentroeira@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *