Amazon consegnerà gli ordini con i droni

Jeff Bezos ha annunciato che tra qualche anno i clienti di Amazon potrebbero vedersi recapitare i propri ordini da droni senza pilota

Il progetto che Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon, ha annunciato in un’intervista al programma ‘60 minutes‘ della Cbs, si chiama “Amazon Prime Air” e consiste nel ricevere gli acquisti in solo mezz’ora grazie a un drone programmato appositamente per consegnare i plichi non superiori a 2,3 chilogrammi.

Il nuovo metodo di consegna nato dal genio dell’e-commerce mondiale, per il momento è in stato post-embrionale. Difatti, oltre allo sviluppo tecnologico definitivo, manca la necessaria normativa della Federal Aviation Administration, il dipartimento governativo americano che regola l’aviazione civile. Attualmente i droni (velivoli a pilotaggio remoto) non possono volare nello spazio aereo americano senza un’autorizzazione della FAA, piuttosto stitica in tal senso: negli ultimi anni ne ha concesse circa 1.400 e solo a dipartimenti di polizia e agenzie governative. Con la richiesta di Bezos, l’agenzia dovrà necessariamente intervenire per regolarne l’uso a fini commerciali. Con tutta la buona volontà, lavorando al progetto a spron battuto, nel migliore dei casi il progetto Amazon Prime Air diverrà operativo non prima di quattro anni.

I droni utilizzati da Amazon si chiamano Octocopters e possono trasportare oggetti non superiori a 2,3 chili; tale peso, come ha spiegato Bezos, rientra nell’86 per cento della merce consegnata. Gli Octocopters potranno essere usati per le consegne entro un raggio di circa 16 chilometri, per gli altri, invece, serviranno ancora furgoni e fattorini.

Amazon ha postato un video che mostra un Octocopters che scarica un pacco nel giardino di casa di un cliente. Il video è quello qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *