Al Teatro Don Bosco con “Na Santarella”

Sabato 10 giugno alle ore 17,30 e 21,00 e domenica 11 giugno 2017 alle ore 18,15,  al Teatro Don Bosco di Catania, Viale M. Rapisardi, la Compagnia Liotru va in scena con “Na Santarella” di Eduardo Scarpetta.

dav

Sabato 10 giugno alle ore 17,30 e 21,00 e domenica 11 giugno 2017 alle ore 18,15,  al Teatro Don Bosco di Catania, Viale M. Rapisardi 56, la Compagnia Liotru va in scena con “Na Santarella” di Eduardo Scarpetta, nel libero ed estroso adattamento in due atti di Franco Roccasalvo che ne ha curato la regia insieme alla sagace Marianna Muscari.

La storia si sviluppa tra le mura del convento delle Rondinelle e gli ambienti del vecchio teatro Argentina ristrutturato, che l’impresario Nicola (Roberto De Marzi) aiutato dal tonto Vincenzo, custode del teatro  (Carmelo Corso), vuole riportare ai vecchi splendori con la rappresentazione di spettacoli di rivista.

Filo conduttore della vicenda è Don Pasquale (Franco Roccasalvo) che di giorno, suona musiche sacre come organista del convento delle Rondinelle e insegna musica alle educande, di notte, invece, di nascosto dalle monache, si reca a Catania dove, sotto la falsa identità di "Arturo Maletti", è conosciuto come l’autore dello spettacolo “La varietà del nuovo teatro”, che ha per protagonista la sciantosa prima donna del Cafè chantant, Mimì Bluette (Giorgia Greco) accompagnata dal cantante macchiettista Nino Pastiglia (Seby Barbagallo). La doppia vita di questi, però, viene scoperta da un'educanda sbarazzina e intraprendente, Nannina Fiorelli (Valentina Sardo), detta La santarella, per il fatto che ostenta con tutti, specie con la madre superiora, Donna Rachela (Antonella Baiunco), un comportamento ingenuo e innocente, ma pieno di sorprese

La notizia inaspettata, portata dal fratello della madre superiora, il colonnello Cannone (Salvo Russo), della decisione dello zio di Nannina di darla in sposa al tenente contino Eugenio Porretti (Giovanni Bonaventura) dà il via a situazioni tragicomiche di sicuro divertimento. Animano la rigida vita del convento anche altri personaggi singolari e bizzarri: il vecchio custode Michele (Lillo Sammito) in continuo battibecco con la cuoca Rosa (Agata Zurria) e dulcis in fundo la fedelissima timorata Suor Astinenza (Santa Azzarelli).

Le coreografie sono curate da Azzurra Viglianisi. Al mix musiche, Annalisa Di Lanno.

La Compagnia Liotru conclude la stagione teatrale 2016/2017 con uno spettacolo brioso e scoppiettante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *