Mimmo Cavallaro, la tarantella calabrese approda a Catania

La tarantella calabrese approda a Catania. Un concerto live e un workshop per entrare nel mondo magico della musica etnica calabrese. Domenica 18 dicembre 2016 alle 21,00,  Mimmo Cavallaro proporrà il suo concerto a LAND.

15556587_10206715774928108_1075600829_o

La tarantella calabrese approda a Catania. Un concerto live e un workshop per entrare nel mondo magico della musica etnica calabrese Domenica prossima, 18 dicembre 2016 alle 21,00, Mimmo Cavallaro, il maggiore rappresentante contemporaneo della musica Etnica Calabrese, proporrà il suo concerto a LAND (ex vecchia dogana), proponendo il suo repertorio e coinvolgendo il pubblico al ritmo delle percussioni e degli altri strumenti. La tarantella calabrese ha origini antiche ma ha subito, nel tempo, diverse evoluzioni e Mimmo Cavallaro si inserisce in maniera predominante sin dal 2009 con la pubblicazione del suo primo disco “Sona Battenti”, premiato nel 2010 come miglior disco di musica popolare al festival della cicala di Napoli e prodotto da Taranta Power sotto la guida di Eugenio Bennato. Da quel momento, comincia ad interpretare la tradizione musicale calabrese, assimilando, quel linguaggio stilistico su cui ha indagato con le sue varie ricerche e che utilizzerà nelle sue successive composizioni. Fonda il gruppo Taranproject, col quale realizza diversi album tra cui, nel 2012, sonu (candidato al premio Tenco come miglior album dialettale). Col tempo si forma il particolare sound dei TaranProject e l’originale idea artistica che, a partire dal linguaggio della musica tradizionale, si espande verso orizzonti spiccatamente world music. La sua musica e la sua tradizione musicale viene sdoganata nel resto d’Italia e del mondo esibendosi in diversi festival ed eventi di rilievo (Roma incontra il mondo, Toronto Tarantella festival, Notte della taranta, Folkest, Musicultura, Concerto del Primo Maggio, Soleterre Festival, Stimmen Festival, Sfinks Festival). Nel 2013 realizza come progetto solista un doppio cd dal titolo Sacro et profano, all’interno del quale reinterpreta 31 canti tradizionali dal forte contenuto poetico e dal sound raffinato, moderno ma senza tradire il linguaggio originario, presentato fuori concorso al Premio Loano 2014. Fino al 2016, anno in cui esce il suo ultimo lavoro discografico dal nome Live in studio, contenente una raccolta dei suoi brani più rappresentativi e un inedito. La band che si esibirà a Catania, può disporre dei migliori elementi, attualmente, sulla piazza: Mimmo Cavallaro – voce, chitarra battente; Andrea Simonetta – chitarra classica, mandola, cori; Gabriele Albanese – sax, strumenti tradizionali; Silvio Ariotta – basso elettrico e Michele Franzè – percussioni, tamburi a cornice. Inoltre, dalle 18,00, sempre a LAND, Manuela Rorro, attrice, danzatrice, insegnante proporrà un workshop agli intervenuti per assaporare i ritmi e le atmosfere proprie di questa danza antica. Un viaggio nella cultura musicale tradizionale del sud Italia, facendo proprie le figure del ballo, i ritmi e il linguaggio, rinnovandone il significato di condivisione e di festa che ci porta a danzare, a tutte le età, nelle piazze d’Italia musicali del sud Italia. Manuela, Diplomata alla “Scuola di Teatro di Bologna Galante Garrone“. Da anni si occupa di cultura popolare e ne approfondisce gli aspetti etno-coreutici. Studia etnocoreologia con Placida Staro. La sua preparazione è frutto di incontri con anziani e detentori del sapere contadino e del di lavoro di ricerca svolto nei luoghi dove permangono i riti e le feste più autentiche. Collabora con Tarantarte, associazione che promuove lo studio delle danze popolari del sud Italia e partecipa ad importanti festival come: “La notte della Taranta”, “Festival Oriente Occidente”, “Sponz Fest”. Danza ed insegna nelle sedi stabili di: Bologna, Lecce, Firenze, Siena, Rovereto. Lavora con artisti ed esponenti del movimento popolare tra cui: Officina Zoè, Enza Pagliara, Antonio Infantino, Giovanni Amati, Anna cinzia Villani, Eugenio Bennato, Vinicio Capossela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *